Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Il 2013 è l’anno in cui l’underground milanese vede la nascita di un’alternative metal band lombarda dal nome “Down the Stone”.

L’idea è quella di proporre un rock moderno ma allo stesso tempo potente ed incisivo dalle sfumature metal old style, proponendo lo “Stone’s sound” nel primo Ep che porta il nome di “Metamorphosis”. Il progetto risulta così innovativo e vincente che trascina la band in una serie di date infuocate, collezionando circa trenta live in soltanto un anno e mezzo e quasi tutte sold out.

I Down the Stone escono dall’ombra e non rimangono indifferenti neanche a Marco Barusso, che ne produce il primo album “Life” uscito ufficialmente il 16 Dicembre 2016 anticipato sei mesi prima dal singolo “Walking in my Shoes” uscito con tanto di official video.

Questo primo full lenght album è la consacrazione di uno stile innovativo e mai banale, che coinvolge dalla prima all’ultima traccia senza mai far perdere di interesse l’orecchio dell’ascoltatore. Una batteria potente che sentiamo sin dalle prime battutte di ogni brano e che risveglia le nostre energie sopite. Un sound coinvolgente ed accattivante che ci attira in una folle corsa tra le strade di una frenetica città in cui possiamo fermarci a riprendere fiato con gli struggenti riff di chitarra, giusto il tempo di passare al brano successivo e lasciarci condurre verso la meta finale, completamente appagati da un ascolto che lascia scorrere l’adrenalina a fior di pelle, per poi ricominciare ancora una volta scoprendo sonorità e caratteristiche che ad ogni nuovo ascolto ci coinvolgono e ci spingono oltre i nostri limiti ricominciando tutto da capo.

Un album sconsigliato ai deboli di cuore perchè queste 11 potentissime tracce arrivano con la forza di un caterpillar ed aprono una breccia verso un mood difficile da dimenticare, senza dubbio uno dei migliori ascolti degli ultimi mesi.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.