Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

E’ sabato sera e il nostro girovagare in cerca di buona musica ci porta a Follonica, a pochi chilometri da Grosseto, proprio sul mare, dove da vent’anni viene spillata dell’ottima birra ghiacciata che accompagna le serate di chi ha deciso di passare qualche ora in compagnia degli amici e di musica dal vivo. La grande insegna sulla strada ci chiama da lontano sopra ad una porta di legno scuro e dai vetri fumè ed entrando ci accoglie il padrone di casa Luca D’angelo, un giovane ragazzo che da nove anni gestisce il Winner’s Gallery rivoluzionandone il destino, decidendo (un po’ contro corrente di questi tempi) di fare una scelta coraggiosa, abbandonare l’atmosfera da circolo sportivo dedicato quasi esclusivamente al calcio e credere nella musica.

Così appena entrati una foto di Jimi Hendrix ci strizza l’occhio sotto una mensola di bottiglie di Jack Daniels di varie misure, un lungo bancone di legno con alti sgabelli e con ben otto erogatori di birra, ci accompagna fino in fondo al locale, tra chitarre attaccate ai muri, poster di famosi musicisti e i classici giochi da pub, tra bersaglio di freccette e calcio balilla arriviamo al protagonista principale, il palco. Piccolo ma non troppo da non farci stare comodamente una batteria e tutto ciò che serve per passare delle piacevoli serate con le bands che di settimana in settimana si alternano su quelle solide assi di legno. Un tuffo nel passato, uno di quei locali che adesso sembrano quasi passati di moda e che invece le persone come noi ricercano e affollano perché si sa che birra e musica sono una coppia perfetta. Una piacevole sorpresa ci aspetta perché troviamo gli amici degli Havenly Nights ad accoglierci con la loro travolgente energia un po’ stile anni ‘80, tutti pezzi originali, anche se, diciamoci la verità, qualche pezzo dei Poison e dei Motley Crue in questo contesto non ci ha fatto altro che piacere, così con la nostra Guinness scura nel boccale e un’enorme porzione di patatine appena fritte, sentiamo l’inconfondibile suono del jack che incontra la chitarra ed il primo accordo che dà inizio ad una serata coinvolgente ed emozionante, con brani che scaldano l’atmosfera fino a tarda notte quando a sorpresa il frontman degli Haevenly Nights cede il microfono e la batteria a due amici musicisti presenti nel locale che ci regalano un altro bel pezzo di storia, Paranoid dei Black Sabbath, per arrivare infine ad un esplosivo encore in cui gli Heavenly riprendono il microfono riproponendoci il loro omonimo singolo. Che dire? Il nostro girovagare ci ha portato davvero in un bel posto che siamo felici di aver scoperto e raccontato, un posto di cui si ha davvero bisogno il sabato sera dopo una lunga settimana di lavoro, possiamo quindi dire che Luca D’Angelo ha vinto la sua scommessa puntando sulla musica, e noi quali amanti dei live e dei palchi possiamo essere davvero soddisfatti di aver trovato qualcuno che ancora lascia spazio a chi ogni giorno si sbatte in sala prove anche solo per un’ora di celebrità.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.