Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

In attesa delle tre imperdibili date che vedranno Thomas Silver in Italia a fine Aprile, lo abbiamo raggiunto con qualche domanda. Un racconto molto personale atraverso la sua infanzia, le sue passioni, la musica che ha segnato la sua vita ed i suoi progetti.
1 – Ciao Thomas, benvenuto su Rock My Life e grazie per aver accettato la nostra intervista. Ci vedremo presto in Italia per tre date molto interessanti, ma prima di parlare di quello che vedremo durante i tuoi concerti, vorremmo conoscere un po ‘meglio l’uomo dietro alla chitarra. Ti conosciamo come uno dei fondatori storici di un gruppo tanto amato, gli Harcore Superstar, ma quando è nata la tua passione per la musica e la chitarra?

Ho iniziato all’età di 8 anni e il mio primo idolo è stato David Bowie. Successivamente anche Iron Maiden e all’inizio Alice cooper. Ho un fratello maggiore quindi sono stati i suoi i primi dischi che ho ascoltato.

2 – Nella tua vita avrai ascoltato molta musica. C’è una canzone o un artista a cui sei particolarmente legato e quale ha in qualche modo cambiato la tua vita artistica? Qual è la prima canzone che hai ascoltato e che senti veramente come tua? E la prima canzone che hai imparato a suonare?

Bene, come ho detto prima, David Bowie è il mio primo idolo. Aladdin Sane è stato il primo album che ho comprato, quello e Let’s Dance allo stesso tempo. La prima canzone che ho imparato a suonare è stata Breaking the Law / Judas Priest e c’è una tale quantità di persone che posso dire che mi hanno cambiato e formato, non solo musicisti.

3 – La vita dell’artista è piena di soddisfazioni, viaggi in giro per il mondo, successo … ma c’è stato un momento in cui pensavi di non poterlo più fare e hai sentito di voler rinunciare a tutto? Cosa ti ha dato la forza di andare sempre avanti nonostante le difficoltà?

L’ho fatto! Ho rinunciato a tutto quando ho deciso di lasciare gli ‘HCSS. Ero arrivato ad un punto in cui odiavo stare sempre in giro. Volevo un cambiamento e l’ho detto a loro per anni. così quando non è successo e nulla è cambiato rispetto ai dieci anni precedenti, ho deciso di andarmene. Amo ancora molto i ragazzi.

4 – Parliamo di musica di nuovo passando attraverso la tua lunga carriera. Come sono stati gli anni a fianco degli Hardcore Superstar? Cosa ricordi di quel periodo? C’è qualcosa di particolarmente pazzo che hai fatto con i ragazzi e che ami raccontare?

Beh, Essere sempre in viaggio, in sala prove o in studio con noi quattro idioti esige molto da tutti. Tutto può succedere, è stato sempre divertente, ma era meglio stare in guardia. Ricordo tante cose che non dimenticherò mai, e alcune cose che invece ho già dimenticato. Il tour in Giappone comunque è stato sempre completamente folle. Suonare al Delle Alpi a Torino è stato incredibile. Che sensazione meravigliosa quella di entrare nell’erba!

5 – Parliamo di queste tre date davvero speciali che ti riporteranno in Italia alla fine del mese. Sappiamo che sarà uno spettacolo semi-acustico unico nel quale presenterai le canzoni del tuo album “The Gospel According to Thomas” che uscirà presto. Cosa puoi anticipare di questo disco?

È passato molto tempo da quando ho scritto e registrato l’album. Ma non ho affatto fretta. Lo faccio per me e ci vorrà del tempo necessario. Non c’è nessuna etichetta discografica coinvolta tranne NOTVD per il dubbelvinyl limitato. L’album è molto vario e mi piace così. Come i vecchi album degli HCSS, molti diversi tipi di musica in uno stesso album. Capisci cosa intendo? Gli spettacoli acustici includeranno alcune canzoni dell’album, ma anche alcune vecchie canzoni degli HCSS e alcune cover.

6 – Durante queste serate sentiremo altre tracce che hanno segnato la tua lunga carriera in un modo molto diverso, hai davvero deciso di farci emozionare … perché hai scelto di proporre un live così intimo, in un’atmosfera calda e familiare ?

Beh, penso che sia un bel modo per incontrare persone. Con solo una chitarra acustica e la mia band tutta italiana. Sono così felice di suonare con quei ragazzi. Dani, il bassista è diventato come un vero fratello per me, (Daniele Petri – Junkie Dildoz).Una bella amicizia molto speciale e stretta.

7 – Thomas, quali sono i tuoi progetti dopo queste tre date in Italia? Continuerai a portare in giro le tracce del nuovo album o ti rilasserai sotto una palma su un’isola deserta?

hahahah, La mia ragazza ed io siamo appena tornati a casa da un anno e mezzo in cui abbiamo vissuto a Tenerife. Quindi ho chiuso con l’isola sperduta per qualche tempo. Penso che sia ora di rilasciare l’album dopo l’estate.

8 – Bene, ora che siamo in conclusione, ti ringraziamo per averci dedicato un po ‘del tuo tempo e ti chiediamo se vuoi spendere qualche parola per tutti i lettori di Rock My Life che amano la musica e cercano di inseguire un sogno fatto di riflettori. Grazie ancora, ci vediamo presto in Italia!

Sii saggio, impara molte cose. Ascolta molti stili musicali diversi e Leggi molti libri, è il percorso giusto per una mente sana. Oh, e non credere agli hype!

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.