Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

I Funnets sono quattro ragazzi delle province reggiane e mantovane ritrovati in un naufragio sulle onde che spingono verso il sogno che condividono da quando sono nati: creare e portare Musica nel mondo.
Il genere musicale che suonano è sostanzialmente un Funk in ambienti Crossover/Alternative, condito da passaggi Sperimental e Prog.
Matt e Pamp, voce e basso, hanno fondato il progetto circa 4 anni fa e con altri compagni persi per strada hanno scritto e pubblicato un album intitolato “#Naked”, ancora oggi su tutte le piattaforme musicali distribuito da Moltorecordings, oltre ad aver macinato concerti sia in Italia che all’Estero.
Oggi la band ritorna con un look completamente rinnovato: nuova line up e nuovi membri, un sound completamente rinfrescato, incattivito e reso ancora più esplosivo, nuovi collaboratori e nuovi obiettivi, nuove atmosfere oltre che nuove ricerche musicali e compositive.
Come tutti, anche i musicisti hanno momenti di smarrimento in cui non si sa da dove attingere le energie giuste per poter proseguire il proprio lavoro e il proprio cammino. Dopo il primo album e varie delusioni legate al mondo musicale e non, i Funnets sentono la necessità di rinnovarsi e di creare qualcosa che non avevano mai fatto prima, cercando di alzare l’asticella per saltare verso un’essenza di qualche gradino superiore. Ma dove trovare l’ispirazione che mancava?
Dopo varie meditazioni e ricerche di quali messaggi si volessero trasmettere, i Funnets capiscono che la risposta era in un posto tanto facile quanto difficile: dentro loro stessi. Quale canale migliore delle loro esperienze e quale messaggio più incisivo può esistere se non la loro stessa storia e le relative morali? Guardandosi dentro (e indietro) avevano già tutto l’occorrente.
Ecco come nasce l’idea di fare un album concept.
Per rendere la cosa meno noiosa e banale (“chissà quanti altri avranno già fatto canzoni dove parlano del loro passato”) decidono di raccontarla in chiave metaforica, trasformando il loro viaggio reale ed interiore in uno fisico verso un mondo shamanico immaginario, Sharra. La cosa che li spinge ad intraprendere questo viaggio è la ricerca del loro spirito guida, Mufulè, situato appunto sulle montagne dietro alla capitale di questa isola, che ha promesso di dar loro le energie necessarie alla scrittura del nuovo lavoro (il cui relativo significato è la reale rincorsa all’ispirazione che mancava nella vita reale). Ogni canzone è un capitolo di questo grande racconto, il primo di una grande opera che sarà intitolata “MUHALIFU”, capitale di Sharra. Il nome MU(sic) HA(ppiness) LI(fe) FU(n) deriva da un’unione degli obiettivi comuni che hanno in questa vita, che sta appunto a significare il luogo, sia fisico che mentale, che stanno cercando di raggiungere.
L’ALBUM “Wanji” significa UNO nel linguaggio dei nativi Lakota Sioux, “Uno” perchè è appunto il primo di quest’opera.
In questo album i Funnets affronteranno maiali verdi giganti, viaggi oceanici alla ricerca dell’isola, dovranno sudarci un pasto e un letto caldo in città, parleranno al nostro mondo tramite uno speciale telescopio, incontreranno un nuovo membro che si unirà a loro e molto altro.
Composto da 8 brani ed una traccia/dialogo per una durata totale di circa 45 minuti, l’album vedrà luce al termine della campagna crowdfunding a Maggio.
Tutte le musiche sono ideate e create dalla band.
Lyrics by Matt Swan
Matt (Vocals, Background Vocals, Alto Weird Sax)
Pamp (Bass, Double Bass)
Leski (Guitar, Acoustic Guitar)
Joe (Drums)
Registrazioni basso e batterie by Luca Pretorius and Francesco Pinto at “Morphing Studio”, BO
Registrazioni chitarre by Luca Pretorius ospiti di Marco Ogliosi, Guastalla (RE)
Registrazioni Voci, Sax, Contrabbasso, Strumenti d’Ambiente at Kaboom Studio Sound
Registrazioni suoni naturali by Andrea Bartoli presso Mother Nature
Mixaggio e Master by Luca Pretorius at Kaboom Studio Sound
Hanno collaborato in questo disco:
Nicola Bigi (formerly Funnets, Angus Mc Og )
Fabio Rossi (Sax)
Davide Ghiacci (Random, Gli Astronauti)
Luca Pretorius (What A Funk, Aquiver)
Per richiedere la copia fisica di “Wanji” contattare la band tramite i socials o scrivere a press.funnets@gmail.com

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.