Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Arrivano in casa Rock my Life anche i Funnets, l’ulima band entrata a far parte del nostro progetto , in questo articolo ve le presentiamo nel dettaglio una ad una.

The Splitheads
Nascono ufficialmente nel 2016 dall’unione di esperienze pluriennali in vari progetti musicali (1 Shot 1 Kill/ Nonplusultra/Santa Sangre) la band è composta da Benedetto Zanaboni alla chitarra e voce, Andrea Raffaelli al basso ed Antonio Viggiani alla batteria. Il power trio toscano è un incrocio tra varie influenze che si possono definire stoner\punk-rock ed in meno di un anno collezionano 12 brani inediti che daranno vita al loro primo album uscito all’inizio di Dicembre 2017, “New Era May Be Obsessive” vincendo anche un prestigioso contest regionale nell’estate del 2017 che gli permetterà di entrare in sala di incisione e concretizzare finalmente il loro progetto. Fin da subito colpisce l’atteggiamento giovane, fresco e dinamico dei The Splitheads che non hanno paura di mettersi in gioco registrando il loro primo album in modo coraggiosamente anacronistico e molto, molto punk.

 

Sick Boys Revue
I sick Boys Revue sono la band che porta sul palco il vero R’n’R incrociando la strada di Rock My Life quasi per caso durante un festival, in cui hanno la responsabilità di aprire la serata. Appena i quattro rockers salgono sul palco e inseriscono il jack della chitarra, le nostre borchie iniziano a vibrare…La polvere si solleva letteralmente dal palco, cavolo quanto sono bravi!!! Magicamente quel rock sporco, grezzo, da garage in stile Social Distortion esce dalle casse facendoci vivere quello che negli anni si è perso per strada con tutte le varie contaminazioni e influenze musicali che si sono intrecciate con il R’n’R, ma loro no, loro sono una forza della natura arrivata da un giradischi del passato quando il rock era davvero una chitarra, una voce graffiante, e qualche birra di troppo. Un suono schietto, magari neanche troppo perfetto e pulito ma è così che piace a noi, così ci piace vivere il palco infuocato che ci ricorda proprio tanto Mr. Mike Ness ma anche un po’ i Backyard Babies dei primi album con un passaggio attraverso Johnny Cash e tutte quelle band che hanno davvero insegnato il rock a più di una generazione.
Roots From Above
Il gruppo originario della provincia senese si distingue fin da subito con una forte identità che richiama molto sia nell’aspetto che nelle proprie produzioni il death metal nordico, tanto che dopo averli sentiti suonare si ha l’impressione di ascoltare una band di Vichinghi scandinavi che uniscono un’originale miscela di death nord europeo e metal core giocando sapientemente con le caratteristiche principali dei due generi di riferimento, alternando granitici riff breakkati derivanti dal loro lato più moderno, ad aperture melodiche di ampio respiro tipicamente scandinave.
I Roots from Above, oltre all’aspetto prettamente musicale tendono a dare notevole importanza alle tematiche affrontate nei loro testi che affondano le radici nelle dinamiche della vita umana che volge alla modernità, in una dimensione intrappolata tra il radicamento identitario delle comunità alle terre e foreste di antiche tradizioni e l’incessante avanzamento dell’omologazione di una società che riconosce e abbraccia nuovi paradigmi e valori.

 

Funnets
Il Ritorno del Funk crossover, Quattro ragazzi delle province reggiane e mantovane ritrovati in un naufragio, sulle onde che spingono verso il sogno che condividono da quando sono nati: creare e portare Musica nel mondo.
Il genere musicale che suonano è sostanzialmente un Funk in ambienti Crossover/Alternative, condito da passaggi Sperimental e Prog.
Matt e Pamp, voce e basso, hanno fondato il progetto circa 4 anni fa e con altri compagni persi per strada hanno scritto e pubblicato un album intitolato “Naked”, ancora oggi su tutte le piattaforme musicali distribuito da Moltorecordings,
oltre ad aver macinato concerti sia in Italia che all’Estero.
Oggi la band ritorna con un look completamente rinnovato: nuova line up e nuovi membri, un sound completamente rinfrescato, incattivito e reso ancora più esplosivo, nuovi collaboratori e nuovi obiettivi, nuove atmosfere oltre che nuove ricerche musicali e compositive.

 

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.