Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Quando l’eccellente lavoro di Volcano Records & Promotion incontra e si fonde con la calorosa accoglienza del Legend Club di Milano, quello che viene fuori è un grande concerto con artisti straordinari che si alternano sul palco per una serata che ricorderemo per molto tempo. E’ così che nord e sud si fondono accorciando le distanze ed unendo le proprie forze a supporto della musica.
Ormai da anni Volcano Records & Promotion si impegna a sostenere tutte le band indipendenti della scena rock e metal italiana strizzando un occhio anche ad artisti del panorama internazionale, ricordiamo infatti artisti del calibro di Thomas Silver, (Svezia -former Hardcore Superstar) Bad Moon Born (Australia) e Breath Of Nibiru (ITALIA -USA). Senza dimenticare Sacha Korn, Sudden Decay e Wolf Reloaded, (Germania) Niterain (Norvegia) B4U (Spagna) Doctor Victor (Repubblica Ceca) e molti altri.
Volcano Records & Promotion abbraccia ogni settore della musica con un occhio sempre attento ai dettagli e alla qualità del lavoro, molte le webzine, i network e le emittenti radiofoniche raggiunte, e l’impegno a diffondere il sacro verbo del Rock e del Metal in tutte le loro sfumature persino su Spotify, con tre palylist di successo tra le più cliccate: ” Top Rock Hits from Volcano Records”
“Smashing Metal and Heavy Sounds” e “Alternative Moods and Tastes”
Il 2018 inoltre segna per Volcano Records & Promotion l’intensificarsi dei rapporti con il mercato orientale sviluppando relazioni di valore con partner commerciali asiatici.
A supporto del continuo lavoro della label italiana arriva la recente partnership con l’agenzia di booking MVO Concerti assicurando alle proprie band in maniera esclusiva l’organizzazione di live e la partecipazione a festival e rassegne musicali in italia e all’estero.
Di questo e di molti altri progetti si è parlato lo scorso Venerdì 9 Novembre al Legend Club in un party esclusivo pre conconcerto organizzato per gli addetti ai lavori, concludendo questa fase iniziale con il live acustico di due interessantissime band, i Venus Mountains che abbiamo poi incontrato più tardi per una piacevole chiacchierata e i Breaking Larsen Theory, che hanno passato in rassegna alcuni dei loro brani in una versione sì acustica ma ricca di energia.
Ci tratteniamo ancora un pò a goderci l’atmosfera accogliente e stringendo la mano a vecchie conoscenze mentre aspettiamo di incontrare Thomas Silver, headliner della serata con la sua italianissima band, così durante il meet and greet ci troviamo a parlare di musica, di canzoni, della Svezia ma poi alla fine inevitabilmente finisce con l’eloglio della pizza e dell’ottimo cibo italiano!
Ma è il momento di cominciare, sul palco ci sono i ReD RioT band originaria del territorio tra Salerno e Napoli, che alla nostra domanda “Cosa raccontano i vostri testi?” ci rispondono con uno spettacolo di grande impatto che rispecchia perfettamente il loro motto: “siamo incazzati e vogliamo esprimerlo con la musica” e come dargli torto?!
Questi ragazzi fondono perfettamente l’esperienza che vivono ogni giorno con la fatica di fare il musicista, di trovare i soldi per per realizzare un album, raccontando con la loro musica quello che in fondo accomuna tutte le band emergenti. Ci colpisce molto la loro eterogenea formazione ed i gusti musicali così diametralmente opposti che vanno dal thrash metal al rock anni ’80 al rap hold school, ma alla fine quando gli chiediamo se c’è un concerto che vorrebbero vedere tutti insieme rispondono: “quello degli AC/DC”!
Sul palco è il momento degli Ephyra, band melodic death metal con reminiscenze folk, epiche ed etniche che padroneggia il palco con le proprie ambientazioni e atmosfore coinvolgenti dai tratti taglienti che scivolano poi su note più carezzevoli e morbide nelle aperture melodiche tipiche di questo genere. Una piccola curiosità: per l’occasione stasera abbiamo potuto apprezzare la voce di Lucia Amelia Trewa che momentaneamente sostituisce, in modo egregio aggiungerei, la singer che si sta godendo la maternità!”
Arriva il momento di un altro cambio palco, e mentre ci prepariamo ad ascoltare un altro fiore all’occhiello del roster Volcano Records & Promotion scambiamo quelche parola con i Venus Mountains che abbiamo ascoltato poco prima in acustico.
I ragazzi ci raccontano che il loro progetto musicale è nato sul pianeta Venere suonando un tipico rock venusiano…. ok, subito dopo scoppiano a ridere e ci spiegano che il loro nome è legato ad un’ allusione a doppio senso e che in realtà il loro intento è rendere omaggio ad un altro pianeta, quello delle donne!!! il loro è un sound molto eterogeneo e ricco di elementi originali, come ci spiegano loro stessi, non c’è un filo conduttore nei testi e nei brani ma i loro argomenti spaziano in ogni campo, rinnegando la monotonia e la banalità di un unico schema.
Lasciamo per un momento l’area stampa e ci spostiamo di nuovo all’interno del locale dove troviamo una recente affiliazione a Volcano Records & Promotion; Gianluca Ferro (Breath of Nibiru) con un live che nessuno si aspetta.
Chitarra ad otto corde, sonorità nuove ed un esperimento che continua volta per volta sul palco regalando sempre uno spettacolo nuovo. Di cosa stiamo parlando?
Parliamo di un brano che inizia e ti aspetti di veder uscire il cantante dal camerino nel retro palco con un effetto a sorpresa, invece la sorpresa è che il cantante non esiste, è una band strumentale. Il progetto nasce dal desiderio di creare qualcosa di nuovo, che fosse originale, è lo stesso Gianluca che ce lo racconta. Parte tutto da una ricerca di elementi fusion che cesellano le tinte metal di scritture fisse che poi si evolvono sul palco in estemporanei esercizi di stile. Uno stile unico, personale, che rapisce l’ascoltatore che in un primo momento rimane spiazzato da questo genere nuovo ed inaspettato all’interno di un festival con le borchie e le pelli, ma poi ne rimane affascinato, rapito e non può fare altro che lasciarsi trasportare dalle note che sembrano quasi fluttuare nell’aria.
Ok il Volcano Rock Festival sta davvero catturando la nostra attenzione, mentre aspettiamo la prossima band ci fermiamo a parlare con il meraviglioso popolo del Legend che non delude mai e che ogni volta che c’è da divertirsi e da supportare la musica trovi sempre lì davanti al palco. Si avvicina anche Rob dei Love Machine che a pochi minuti dal live ci cheide consigli sull’outfit da concerto, lasciando scegliere a noi il colore dei pantaloni da indossare… sembra quasi di stare in una grande famiglia e forse un pò lo è alla fine… Scommettiamo sui pantaloni neri e ci avviciniamo al palco per vedere se Rob ha seguito il consiglio.
Salgono i Love Machine sul palco e….. scommessa vinta! Entriamo in transenna per scattare e comincia lo show! La storica band Heavy metal italiana fa il botto con il suo nuovo incredibile disco portando sul palco l’energia che da ben tre decadi continua ad infiammare Milano e non solo.
La risposta del pubblico è inequivocabile, questa è una gran bella band e le chiome fluenti dei metallari si scatenano ai suoni dei Love Machine. Tengono botta per circa un’ora senza prendere fiato e portano fino in fondo una scaletta serrata e piena di energia.
Giusto il tempo di fare un giro nel locale, scambiare qualche parola e prendere appunti su quello che scriveremo, anche se poi alla fine saranno sempre le emozioni a parlare, e si riparte.
Tiriamo fuori la nostra Nikon e per l’ultima volta stasera entriamo in transenna dove Thomas Silver ci saluta con un occhiolino ed un sorriso. Loro ci emozionano forse un pò di più, sarà che stavolta abbiamo assistito ad uno show elettrico e non acustico, sarà che nell’occasione Thomas e i suoi ragazzi hanno presentato il nuovissimo “The Gospel According To Thomas”, sarà che ci hanno fatto fare un tuffo nel passato con i grandissimi successi degli Hardcore Superstar che ci sono sempre rimasti nel cuore, ma soprattutto sarà il rapporto di amicizia e supporto reciproco che ci lega ormai da qualche tempo.
Alla fine del live, portiamo a casa una grande esperienza, tanta musica, l’energia delle persone che abbiamo incontrato per la prima volta e degli amici che abbiamo rivisto dopo un pò di tempo, orgogliosi di aver preso parte come media partner di Volcano Records & Promotion alla terza edizione del festival, torniamo a casa con una grande certezza, quella che la musica ci salverà tutti…..!

(Photo e Report: Graziella Ventrone – interiew: Leonardo Priori -Anna Paladin)

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.