Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Lo Zio Rock Dj, al secolo Daniele Sabatti, racconta il suo mondo fatto di musica in questa intervista molto piacevole che ha concesso a Rock My Life.

Ciao Daniele, benvenuto su Rock My Life!!!
Durante il nostro viaggio nel mondo nella musica ci è capitato di imbatterci nello Zio Rock Dj che da anni distribuisce pillole di musica a tutti i suoi nipoti rock. Cominciamo dall’inizio… prima di diventare “lo Zio” sarai stato anche tu un nipote. Raccontaci il tuo inizio, il tuo primo impatto con la musica.

Ciao, fortunatamente il mio viaggio nella musica è nato molto presto, quando da bambino in casa cantavo allo specchio le canzoni dei vari cantanti Italiani che ascoltavano i miei genitori. Poi verso la fine degli anni 70,precisamente nel 1979, sono rimasto folgorato da quattro loschi individui che suonavano musica rock completamente truccati, i KISS. Grazie alla loro musica, con il tempo mi sono innamorato di tutto ciò che riguardava il rock e di tutte le Band che hanno reso questa musica importante per la mia vita.

Ti occupi di musica da moltissimo tempo, la vivi, la racconti e ti vediamo spesso in giro a dedicare gran parte del tuo tempo a tutto questo. Come mai proprio la radio? Con la tua voce con il tuo timbro hai mai pensato di diventare il singer di una band?

Ho fatto parte di tante band della mia città per molti anni, suonando e cantando i brani che scrivevo. Ho iniziato suonando la batteria, poi mentre frequentavo il corso di Contrabbasso presso il conservatorio “Luigi Boccherini” di Lucca, ho abbracciato il basso elettrico in alcune band, e poi mi sono ritrovato a scrivere canzoni con la chitarra, e a cantarle direttamente. Ad un certo punto, mi sono fermato come “musicista”perché avevo perso lo stimolo compositivo, grazie anche ad uno pseudo”manager”che ci aveva portato via tutti i soldi ricavati dai nostri live. Dopo qualche anno, fortunatamente è arrivato il grande amore per la radio, e con lei, sono tornato a respirare aria di musica e di Live. Tra l’altro, a Febbraio 2019 festeggerò i 10 anni di Zio Rock Dj e spero di poterlo fare con una grande festa…ci stiamo lavorando.

Lo Zio Rock Dj oltre ad essere un bravo speaker radiofonico è anche una persona molto solare, sempre con il sorriso, e sicuramente ricco di esperienze artistiche che talvolta si incrociano con quelle personali. Immaginando la tua vita come un film, quale colonna sonora sceglieresti?

Se la mia vita fosse un film, sicuramente di questa ne farebbero parte innanzitutto i KISS, non mancherebbero brani del mio caro Zio Lemmy, le situazioni romantiche sarebbero sottolineate dalla bellissima voce di Coverdale e la colonna sonora della mia nascita, non potrebbe essere che affidata al grande Elvis.

Daniele, tu fai questo lavoro da molti anni e alla fine diventa così parte di te che non si può immaginare di fare nient’altro che questo. A volte si incontrano persone stimolanti che arricchiscono il proprio cammino e altre volte accadono cose che ci fanno venire voglia di mollare tutto. Sei passato anche tu attraverso queste fasi?

Purtroppo tutti noi passiamo da queste fasi della vita, vedi lo Pseudo “manager” che ho citato prima e fortunatamente altri piccoli episodi che però cerco di lasciarmi sempre alle spalle senza dargli troppa importanza. In oltre 30 anni di musica, ho avuto anche la fortuna di aver incontrato moltissime persone che mi hanno stimolato ad andare avanti, che ancora oggi mi sono vicine e che ogni giorno mi fanno sentire l’affetto e la stima per ciò che faccio. Diciamo che sono una persona fortunata più di tante altre.

Lo Zio Rock Dj è ormai un’istituzione nel mondo delle web radio, siamo convinti però che la tua vita non sia solo rock, ad esempio ci sembra di intuire che hai una grande passione per la buona birra e per i motori, come si conciliano tutte queste cose?

Hahaha…beccato!!!…si, è vero, Rock,Birra e Motori sono tre mondi che mi danno delle grandi emozioni. Sono innamorato delle buone birre e negli ultimi anni ho conosciuto la birra “Barbanera”che a parere mio, dovrebbe essere in ogni pub del mondo perché è sublime, Il mondo dei motori è sempre stato affascinante per me, specialmente il mondo delle Custom, e abbinare il Rock al mondo Custom è quasi d’obbligo. Perciò quando mi trovo in una serata dove c’è Rock’n’roll, Birra buona e motori, diciamo che sono nel mio paradiso.

Facciamo di nuovo un salto indietro nel tempo. Vogliamo immaginare un giovanissimo Zio Rock che compra il suo primo disco del primo musicista che ha amato. Un ragazzo che fa la fila per comprare il biglietto del suo primo concerto in assoluto, ricordi quel è stato?

Anno 1979, negozio di dischi nella mia città e mi trovo di fronte all’ultima copia dell’audio cassetta dei KISS con il loro nuovo album DYNASTY. Praticamente arrivo al bancone sgomitando perché era il periodo natalizio, e riesco a farla mia, poi di loro, il primo live che vidi, fu nel 1988 a Modena. Invece come primo live dove feci la fila per acquistare il biglietto, fu quello di Vasco Rossi nella piazza centrale di Pistoia, quando era sempre affiancato dalla mitica”Steve Rogers Band” e alla chitarra ritmica, aveva il grande Massimo Riva. Per me fu una giornata memorabile.

Lucca è la tua città, lì come in tutta la Toscana la scena musicale fatica a rimanere a galla, i locali chiudono e le band si sciolgono, una situazione per molti versi drammatica e che vede artisti farsi la guerra e sputar veleno sui social gli uni contro gli altri. Cosa ne pensi di questa situazione, come si è arrivati a questo punto?

Beh, qui potremmo stare ore a discuterne. Purtroppo non è un problema solo toscano, ma credo che tutta la nostra penisola sia colpita da questo fenomeno. Ho avuto un locale Live (Zio Rock Music Pub), e mi ero dato l’obiettivo di far suonare band che fanno musica inedita. Ho avuto su quel palco musicisti spettacolari e live bellissimi, ma dopo poco, ho dovuto chiudere e quest’avventura mi ha tolto parecchie energie . Sicuramente ho sbagliato qualcosa, ma sono felice di aver comunque conosciuto e dato un palco a tante band che meritano di suonare e meriterebbero di essere su dei grandi palchi. La situazione che vede invece gli “artisti” farsi guerra l’uno contro l’altro, più o meno c’è sempre stata, ma restava limitata alla propria città. Adesso,con i social, hanno la possibilità di espandere a livello mondiale la propria frustrazione. Secondo me un Vero Artista, è curioso di conoscere e di imparare sempre, anche da Artisti più giovani, e non ha ne tempo ne voglia di sputare veleno su altri. Io ascolto ogni tipo di radio, dal network commerciale, alla piccola radio locale, e cerco di apprendere cose interessanti da ognuna di loro, poi sta a me riuscire a portarle in pratica in quello che faccio.

Concludiamo e ti salutiamo con un’ultima domanda, ringraziandoti di essere stato con noi. Hai iniziato da poco un nuovo progetto radiofonico, Gli Scappati, in onda su Rock ‘n’ Roll radio il venerdì sera. Ogni volta che si comincia qualcosa di nuovo si parte sempre con tanto entusiasmo ed emozione. Raccontaci questo progetto e le novità in arrivo per Daniele, lo Zio Rock d’Italia!

Dopo aver lasciato la direzione di Garage Radio, Parlando con Pino Scotto del suo nuovo bellissimo disco, siamo entrati nell’argomento della radio e gli ho detto le cose come stavano, allora mi ha messo in contatto con Davide Mozzanica di Rock’n’roll Radio e da li è partito tutto. E’ sempre una grande emozione affrontare un nuovo progetto, poi, se si ha la fortuna di essere in una grande radio come Rock’n’roll radio, allora sei ancora più motivato. In questo nuovo programma, è tornato a condurre con me, dopo tanti anni, un mio carissimo amico freterno e personaggio dalle mille qualità, Tony Lorusso. Con lui c’è un’amicizia ormai trentennale, in virtù di questo posso dire che ci capiamo al volo ed ho moltissima stima e rispetto per lui. GLI SCAPPATI è una trasmissione di “alleggerimento” e di buona musica Rock. Cerchiamo di trasmettere serenità e spensieratezza a chi ascolta, affinché passino un’ora in totale relax con la musica che amano. Ci stiamo organizzando per interagire di più con gli ascoltatori, in modo che possano richiedere direttamente i brani e raccontarci le proprie storie da “SCAPPATI”. Per tutto questo ci tengo a ringraziare tutta Rock’n’roll Radio, per avermi dato questa possibilità e tutto lo staff dell’emittente, per la disponibilità e gentilezza nei miei confronti, quando è partito questo nuovo progetto radiofonico . Ringrazio di cuore te, tutta Rock My Life e i suoi lettori. Grazie anche per l’opportunità di questa intervista e per il grande lavoro che state facendo a favore della buona musica Underground Italiana.
A presto, tanta buona musica a tutti e ALZATE IL VOLUME A MANETTA!!!
Zio Rock Dj

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.