Idols, il nuovo sorprendente album di Luca Milani

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Idols è il nuovo disco di Luca Milani ed ha già conquistato il nostro orecchio ed il nostro cuore.

Noi di Rock My Life abbiamo avuto il grande piacere di ospitare questo grande cantautore italiano anche sul palco del nostro primo festival e da quel giorno non lo abbiamo più lasciato! Di cosa Parla Idols?

Il titolo non lascia spazio a molti dubbi, ma prima di svelare a quale idolo si riferisce la title track, vale la pena scoprire una ad una le nove tracce del disco.

Idols è il quinto lavoro della lunga carriera di Luca. I suoi brani parlano sempre di qualcosa che lui stesso ha vissuto sulla sua pelle indossando le scarpe di chi con la musica ha asciugato parecchie lacrime ed ha trovato la chiave per aprire le porte della vita.

Così Luca dopo aver dato vita ad un primo progetto musicale con i File (che molti di noi ricordano ancora) decide di intraprendere la sua carriera da solista e lo fa con ben quattro album ed un EP:

Scars and Tattoos del 2009, Sine Train nel 2011, Lost For Rock’n’Roll nel 2013 con The Glorious Homeles e Fireworks for Lonely Hearts nel 2016.
Idols arriva quindi dopo tre anni di intenso lavoro e live in giro per l’italia in cui Luca ha avuto modo di crescere come artista e raccontarci in modo più maturo e consapevole la sua esperienza seppur con un occhio sempre al suo passato.

Arrivano dunque questi nove intensi brani. Luca conserva le sue sonorità alla Johnny Cash, la schiettezza di una chitarra che ci ricorda ancora una volta Sringsteen ma soprattutto il grunge di fine anni ‘80.

Un sound che ha segnato il nostro modo di ascoltare questo tipo di musica.

Fun è il primpo brano di Idols e il suo ritornello così orecchiabile ci conquista al primo ascolto, mentre guardiamo la copertina di un album apprezzando i dettagli così curati, raffinati ed eleganti.

Un album che somiglia molto al suo autore. Riservato, introspettivo ma con tante cose da raccontare.

Idols è una finestra su una parte ben precisa della vita di un uomo. Questa è anche la grande forza di Luca che riesce sempre a trovare parole perfette per raccontare la vita.

Le gioie, le delusioni, le speranze ed i sogni di quando eravamo dei ragazzini.
Una musica ben studiata per non lasciare nulla al caso, e stavolta ci sorprende con elementi davvero nuovi ed originali che segnano uno scalino in più in un percorso di crescita artistica di Luca Milani.

Idols infatti arriva come una ventata di freschezza con suoni nuovi, grafiche rinnovate ed un progetto totalmente diverso rispetto a ciò che abbiamo ascoltato fino ad ora.
Questo disco racconta dunque qualcosa di più sul suo autore? Noi crediamo di si, in fondo Luca è sempre molto sincero e schietto nei suoi testi e non ha paura di confrontarsi con qualche lato un po’ più doloroso dell’animo umano.

Ma ci lascia pur sempre un bel messaggio. Quello che ovunque andremo e qualunque cosa faremo, porteremo con noi la nostra esperienza, perché tutto ciò che siamo è l’insieme delle nostre esperienze, dei nostri ricordi e della nostra musica che avevamo nelle cuffie del walkman o nei vinili che abbiamo consumato nei giradischi.

Grande voce dunque, quella che arriva alle nostre orecchie ma anche quella del cuore che ci racconta con disarmante naturalezza in Ready to Fall o in Time Won’t Wait in cui Luca scava dentro la nostra paura di affrontare ciò che ci sfugge velocemente di mano.

Ascoltiamo una ad una queste tracce lasciando di proposito la numero tre che vogliamo svelare per ultima. Arriviamo alla numero nove You, che ci ricorda in modo sorprendente le sonorità dei Nirvana soprattutto nei primi secondi dell’intro.

Così ci rendiamo conto che l’intero album girava intorno a questo, ai miti con cui siamo cresciuti, ai ricordi legati ad una cameretta con i poster di Kurt Cobain, con le canzoni di un idolo scomparso troppo presto.

Ed è lui l’idolo di cui si parla nella traccia che dà il titolo all’album. Come si fa ad ignorare la pelle d’oca che sale non appena ascoltiamo il testo di questo brano in cui ci sono espliciti riferimenti ad un idolo che molti di noi non hanno mai dimenticato.

Soprattutto perché questo album esce in concomitanza con la ricorrenza del compleanno di Cobain, che sia un caso? Conoscendo Milani potremmo dire proprio di no.
Ok adesso siamo arrivati all’ultima traccia ma non ci basta, ancora una volta vogliamo ascoltare ed emozionarci con la voce di Luca con la speranza che questo autore non rimanga troppo nell’ombra e che non smetta mai di raccontarci le sue esperienze e la vita che è passata attraverso le sue canzoni.
La sensazione che ci lascia Idols è quella di qualcuno che dopo un lungo viaggio arriva in fondo alla strada e si volta a guardare indietro sorridendo e portando sempre con sé la fatica, il sudore e le emozioni raccolte durante il viaggio.

Quello che possiamo dire è che abbiamo aspettato tre anni per questo disco e ne è valsa davvero la pena.

HELLM: Idols (Rivertale productions)

1 – Fun
2 – Ready To Fall
3 – Idols
4 – Whispered
5 – Say Say Say
6 – To Escape Or To Win
7 – Time Won’t Wait
8 – The Pit
9 – You

RELEASE:

2 Marzo – Spazio Teatro 89 – Milano

LINK UTILI:
https://www.facebook.com/hellmmusic/?ref=br_tf&epa=SEARCH_BOX
Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
By |2019-02-24T17:41:44+00:00Febbraio 24th, 2019|Brand New Rock, Rock News|