Salmo, il concerto sold out al Mandela Forum

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Il rapper hardcore Salmo sbarca al Madela Forum di Firenze ed è subito sold out.

Biglietti introvabili già da diversi mesi ed una data, quella del 10 Marzo che si preannuncia fin da subito bella calda.

Sono le 19.30 quando il Mandela apre i cancelli ad una folla di ragazzi e ragazzini arrivati da tutto il centro Italia per ascoltare il proprio idolo. C’è trepidante attesa ma l’evento è stato organizzato nei minimi dettagli e nella massima sicurezza. L’atmosfera è quella dei concerti, biglietti alla mano e cori dei brani dell’atteso Salmo.

Ci sistemiamo sugli spalti nel nostro posto assegnato e poco alla volta il parterre si riempie, le gradinate sono già gremite e l’ultima navetta arriva per le 21.00.

Intanto all’interno troviamo l’immancabile merch e cediamo volentieri alla tentazione di acquistare una t-shirt ovviamente nera con un teschio ritratto su una croce verde.
Pochi minuti ancora ed inizierà lo show. Ecco, ci siamo, si abbassano le luci, la folla esplode in un boato di emozione, tutti si alzano in piedi e da dietro una tenda nera cominciano le prime battute del brano “90 MIN”

“Yah, questa è l’Italia
scuola alle suore
squadra del cuore
giuro l’ador-
senza lavor-
senza rancor-
questa è l’Italia Si..”

E giù il telo nero che scopre un palco in puro stile street parkour. Siamo su un tetto di una metropoli, alle spalle la skyline animata di una città da qualche parte del mondo e la scritta SALMO in basso a sinistra illuminata come se fosse un’insegna.

Non mancano né graffiti né fusti in alluminio. La band che accompagna Salmo prende posizione su questo tetto al piano x di un grattacielo dove si svolge uno spettacolo di due ore tiratissime e senza sosta.

Tutti cantano ogni singola parola di ogni singolo brano mentre Salmo interagisce con il suo pubblico scaldando l’atmosfera mentre salgono amche i bpm. Una tecnica di altissimo livello che ci regala una performance da dieci e lode.

Un live pieno di energia, coinvolgente, uno spettacolo in piena regola corredato da una scenografia che ad ogni brano adatta l’atmosfera e l’ambientazione. Pioggia, sole, tramonti, aerei a bassa quota che si alternano sui testi. Così man mano che scorre la scaletta arrivano anche “Giuda”  “Io sono qui” “perdonami” e “ Russel Crowe” su cui partono colonne di fumo bianco che esaltano il pubblico.

A metà live arriva anche il momento doveroso di ricordare la recentissima scomparsa di Keith Flint, cantante dei Prodigy. Toccanti le parole di Salmo a riguardo:

la gente muore, se ne parla per una settimana e poi se ne scordano tutti!!! ricordiamoci di loro, ragazzi, dobbiamo ricordarci tutti di chi ha davvero fatto la storia e da dove arriviamo!

Un lungo applauso e si riparte, lo spettacolo cambia rapidamente. Calano le luci e si illumina una parte di palco mentre alle spalle cambia scenografia.

Adesso è il momento dj-set con “ Ho paura di uscire/K-Hole remix/Esagero/Venice Beach/La prima volta/Killer game/Estate dimmerda/Mob”.

Tutti ballano, cantano e parte persino la Ola diretta da un travolgente Salmo che dichiara di non essere mai stato allo stadio a vedere una partita (mentre accanto al Mandela Forum si sta svolgendo Fiorentina -Lazio). Il suo desiderio nascosto di vedere quest’onda di braccia che fanno il giro dell’auditorium, mentre il pubblico del parterre salta all’unisono.
Si può dire di no a Salmo? Anche noi partecipiamo scatenati a questo gioco!

Ancora un cambio di scenografia e atmosfera in un live poliedrico e dalle mille sfaccettature.
Siamo quasi in coda alla scaletta ma Salmo non ha perso un colpo e non sembra affatto stanco.

Il pubblico è all’apice dell’onda emotiva e arriva uno dei brani più attesi “Sparare alla Luna” dove sull’inciso

“Non basterà, non servirà, sparare alla luna per dormire stanotte”

Due uomini in tenuta antisommossa si calano dal tetto e sparano a salve due colpi al nostro Salmo al centro della scena che si accascia al suolo mentre le luci si spengono per riaccendersi subito dopo e proseguire il suo pezzo.

Molti i momenti di grande emozione e coinvolgimento, un artista che ha tenuto il palco in un modo eccellente. Una performance dinamica, spettacolare, di grande impatto. Come quando Salmo tornando un attimo in dietro nel tempo ricorda i suoi esordi mettendosi alla batteria regalandoci il suo stile.

Come dimenticare poi il momento in cui per il brano “1984” Salmo si siede sulla transenna tenendo per mano i suoi fan in un bagno di folla e di gratitudine per un auditorium così traboccante di gente.

Ultimo brano, “Il cielo nella stanza”. Il tempo è davvero volato, i brani sono corsi via troppo velocemente, ma ora è tempo di salutare questo bravissimo rapper dal cuore davvero enorme. Salmo è uno che attraverso i suoi testi racconta un po’ quello che noi viviamo e soffriamo.

Magari il nostro girovagare ci porterà ancora davanti ad un suo palco, le date del tour estivo del suo ultimo lavoro “Playlist” sono appena uscite e chissà se vedremo anche voi a scatenarvi sulle parole di “lunedi”

Per chi ancora non conoscesse Salmo, vi invitiamo a guardare il video uscito lo scorso 4 Marzo. buon ascolto!

SETLIST:

1. 90MIN
2. Mic taser
3. Stai zitto
4. Ricchi e morti
5. Giuda
6. Io sono qui
7. Perdonami
8. L’alba
9. Cabriolet
10. Tiè
11. Pxm
12. Russel Crowe
13. S.A.L.M.O.
14. Papparapà
15. Ora che fai?
16. Disobey
17. Lunedì
18 Dj Set – Ho paura di uscire/K-Hole remix/Esagero/Venice Beach/La prima volta/Killer game/Estate dimmerda/Mob
19. Dispovery channel
20. Sparare alla luna
21. 1984
22. Il cielo nella stanza

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
By |2019-03-12T18:59:21+00:00Marzo 12th, 2019|Altri Eventi, Brand New Rock, Rock News|