Osaka Flu raccontano la loro musica su Rock My Life

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

I Toscanissimi Osaka Flu sono in tour con la loro musica e noi li abbiamo raggiunti tra un palco ed un altro con questa intervista.

Ecco cosa ci hanno raccontato:

1 – Salve ragazzi, benvenuti su Rock my Life. Intanto lasciateci dire che in quanto nostri conterranei vi incontriamo davvero volentieri. Sappiamo che avete appena intrapreso in “Beviti un Fernet tour” . Spiegateci questo fil rouge.

Ciao ragazzi, anche noi siamo contenti. Beviti un Fernet è la prima canzone del nostro ultimo lavoro “L’Italia è Fuori dal Mondiale” e rappresenta un po’ il mood del disco e del nostro pensiero.

Nella canzone elenchiamo una serie di gravi problemi che ci sono in Italia. Fino ad arrivare al ritornello nel quale diciamo di stare tranquilli e bere un fernet, un gesto che richiama la superficialità di molte persone.

2 – Salendo di gradazione alcolica, con quale rock star agli Osaka Flu piacerebbe bere volentieri un drink insieme? Chi sono i vostri idoli?

Oddio, credo che la persone con cui vorremmo scolarci una bottiglia di grappa sono tutte in quell’isola al largo dl pacifico insieme a Elvis Presley, Jim Morrison e Janis Joplin.

Rimanendo in Italia io (Michele) mi berrei una bella birra corretta insieme a Grignani, ma solo per vedere cosa succede dopo.

3 – Continuiamo a parlare di voi e a conoscervi un po’ meglio. Adesso passerete tanto tempo insieme in tour. La convivenza gomito a gomito con la tensione e l’adrenalina da concerto a volte può essere estenuante. C’è qualcosa che davvero non sopportate l’uno dell’altro e qualcosa che invece ammirate tantissimo?

Più salgono le pretese e più salgono le discussioni: fare musica vuol dire soprattutto mettersi in gioco e quando sei in una band devi per forza di cose, ingollare tanti rospi.

Comunque tranquilli perché andiamo d’accordo, ci siamo presi le misure già da un po’ di tempo. Anche perché suoniamo in giro da più di 4 anni ed abbiamo all’attivo circa 120 date.

4 – Nella biografia degli Osaka Flu si legge che siete cresciuti musicalmente a forza di bestemmie e “Inno del corpo sciolto” ma che le vostre influenze spaziano dai Clash a Bob Dylan e Rino Gaetano. Ma di cosa parla realmente la vostra musica?

Abbiamo i nostri problemi e parliamo delle nostre esperienze quotidiane con bestemmie annesse.

In poche parole diciamo tutto quello che ci fa girare le balle! Musicalmente parlando siamo con un piede sul cantautorato italiano, quello di Rino Gaetano. L’altro piede invece tra il punk inglese e il folk rock’n’roll country americano.

Credo che ascoltandoci, potete ritrovare forti tutte queste influenze.

5 – Adesso abbiamo per voi una domanda dalle tinte marzulliane. Per voi è più importante promuovere la vostra musica nel vostro territorio di appartenenza sensibilizzando il pubblico toscano ad amare i propri artisti o portare fuori dai confini regionali o nazionali i vostri brani?

Sai che non ci siamo mai posti il problema. Noi facciamo la musica per chi ha il coraggio di ascoltarci, siamo una band indipendente che si è guadagnata con fatica e tante bestemmie tutto quello che abbiamo adesso.

Vogliamo bene ai nostri amici fan, non ci interessa se sono toscani oppure siciliani.

6 – Vogliamo salutare e ringraziare gli osaka Flu con questa ultima domanda. A parte il successo e la buona riuscita del tour, cosa vi aspettate da tutta questa lunga serie di date? Quale potrebbe essere il ricordo o la sensazione che sperate di portare con voi tra le pagine della memoria una volta tornati a casa?

Stare in mezzo alla gente, stare sul palco e poter dire la tua, stare al bancone del bar alla fine del concerto, sono sensazioni che ti prendono e non ti lasciano più, una specie di droga.

Di sicuro ci mancherà tutta la gente conosciuta, ci mancheranno le liti con i fonici e la gente che canta i brani di fronte al palco.

Ma tanto ci importa una sega, ripartiamo con una breve tournee invernale che durerà fino a Dicembre, mese nel quale chiudiamo i lavori per quanto riguarda i live ed apriamo il cantiere del nuovo disco.

Comunque appena tornati da questa lunga tournee, andremo a fare le analisi del sangue, di questo siamo sicuri. Grazie ragazzi, ve se vol’ bene.

Potete continuare a seguire la band alla pagina Facebook:https://www.facebook.com/TheOsakaFlu/

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
By |2019-07-08T19:22:09+00:00Luglio 8th, 2019|Brand New Rock, Musica, Rock News|