The Great Machine, L’album della svolta per gli Hangarvain

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

11 Ottobre 2019 esce The Great Machine, il quarto album per gli Hangarvain che si rivela subito un passo netto in avanti per questa band che ormai conosciamo molto bene.

Lo avevano dichiarato già mesi fa che sarebbe stato qualcosa di diverso, di più vero, più analogico e più vicino all’esperienza maturata in questi anni palco dopo palco e kilometro dopo kilometro.

Ma cominciamo a scoprirlo un po’ alla volta attraverso le nove tracce.
Per una volta vogliamo stravolgere il classico ordine di ascolto e cominciare proprio dalla title track The Great Machine.

Un tipico southern Rock con momenti blues e gospel, il tutto incorniciato dai cori e dalle sfumature soul sottolineato dall’organo hammond.

Un energico brano che la dice lunga su tutto il carattere del disco. E’ solo l’inizio di questo viaggio e già possiamo farci un’idea del perché la stessa band definisce questo lavoro il più vero. Il più vicino alle loro esperienze e soprattutto il risultato finale della lunga strada che hanno fatto negli anni.

Ricordiamo infatti il loro esordio con Best Ride Horse dal sound molto southern. E’ stata poi la volta di Freaks, l’album fino ad ora di maggiore successo, che presenta uno stile più alternativo. Un passaggio da un progetto acustico, Naked, per arrivare poi a Roots and Returns che omaggia in qualche modo la motown alla Marvin Gaye.

The Great Machine è invece la maturazione di uno stile, di una consapevolezza ancora maggiore. Accorcia in qualche modo la distanza tra il pubblico ed il musicista. Siamo tutti parte di uno stesso viaggio a bordo della macchina della musica.

Del resto lo raccontano molto bene i testi di The Great Machine, di Born and Kickin’ e ancora di più Disillusion. Questo disco parla di tutti quelli che sono cresciuti con la musica dei juke-box, con la polvere nelle scarpe e con la voglia di suonare e cantare.
Parla di tutti quelli che in qualche modo non si arrendono e alzano un po’ di più il volume quando la vita si fa dura.

A nostro parere The Great Machine è l’album che più somiglia alla band. Sarà perché è stato curato nei minimi dettagli interamente da Sergio Toledo Mosca (singer) e Alessandro Liccardo (guitar) che lo hanno seguito fin dalla prima scrittura.

Sarà che per le tracce di basso e batteria hanno voluto con loro Alessandro Stellano. Il bassista storico della band che già aveva suonato con loro in Best Ride Horse.

Così come Andrea Gianangeli, una macchina da guerra alla batteria che ha condiviso un gran numero di live con gli Hangarvain.

E se possiamo aggiungere ancora qualche curiosità possiamo solo dire che per la prima volta in assoluto per la band ci sarà il formato in vinile (che però potete trovare solo ai concerti).

Una scelta artistica ben precisa per comunicare questo grande ritorno alla musica più vera. Quella analogica, quella che sembra uscire dalle auto che percorrono la Route 66, quella con il soul nelle vene.

Eppure the great Machine è una produzione orgogliosamente italiana anche se è stato registrato tra Roma, Torino,Napoli e Melbourne e mixato nel prestigioso studio di Andrea Fusini.

Special guest di questo disco anche Mark Basile e Johnny Dema per le tastiere.

Insomma qui ci sono davvero tutte le carte in regola per portare la buona musica italiana in giro per l’Europa, ed è quello che faranno gli Hangarvain a partire dal 20 Novembre.
Ben due mesi ti tour che prevedono anche due date italiane a Milano e a Bologna.

Ma prima di partire per questa avventura non possiamo non ricordare da dove tutto è cominciato.
Nello splendido golfo di Napoli dove gli Hangarvain l’8 Novembre 2019 presenteranno The Great Machine insieme ad un caro amico.
Infatti per un’occasione così speciale Thomas Silver (Ex Hardcore Superstar) Raggiungerà gli Hangarvain per un grande release party!!

Se dovessimo aggiungere ancora un’ultima cosa su The Great Machine possiamo solo invitarvi ad ascoltare anche la personalissima interpretazione di Black Betty, che in questo disco rappresenta davvero la così detta ciliegina sulla torta!!!

TRACK LIST

1 – Rock down the House
2 – Stay
3 – The great Machine
4 – Walk Away
5 – What it Takes to Win
6 – Disillusion
7 – Born And Kickin’
8 – Black Betty
9 – Sunshine’s memory

LINK UTILI: https://www.facebook.com/HangarvainOfficial/

ETICHETTA https://www.facebook.com/volcanopromotion/

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
By |2019-10-18T13:11:05+00:00Ottobre 18th, 2019|Brand New Rock, Rock News|