My World, il brano dei Maguey Plant nato durante il periodo di lockdown

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

My World è un brano nato durante il periodo di lockdown iniziato a Milano verso la fine di febbraio. I Marguey Plant ci raccontano il progetto.

Questa sospensione delle attività live e l’impossibilità di trovarci nella nostra sala prove, come d’abitudine, ha comportato che anche il nostro modo di lavorare si adeguasse alle circostanze.

My World perciò, esce come singolo accompagnato da un video, disponibile sui nostri canali Social (Facebook, IGTV e YouTube).  Interamente scritto e composto senza vederci fisicamente, ma attraverso lunghe sessioni di videocall, telefonate e messaggi.

Registrato con il metodo dell’home recording, Mixato e Masterizzato da Michele “Gas” Castagna,  si distacca dalla concezione abbiamo seguita in ‘round3, il nostro primo album. In quel caso tutto era live, abbiamo infatti sperimentato sonorità diverse per noi ed utilizzato delle percussioni elettroniche.

Alla chitarra acustica di Dave Dicecca e il basso di Andrea Dominoni, si uniscono in seguito le sonorità elettroniche delle percussioni di Alberto Biosa. Arricchite infine da suoni, violini pensati e arrangiati dallo stesso Andrea Dominoni. Mentre per le parti corali l’arrangiamento è di Silvia Reale che si sussegue poi durante tutto il brano My World.

Il progetto My World

Per questo progetto Abbiamo deciso di coinvolgere quasi 40 cantanti della scena milanese per creare un coro virtuale che desse molto risalto al ritornello e alla coda finale. Ogni cantante ha registrato la propria traccia con i mezzi a disposizione.

E’ stato poi compito nostro editare e sovrapporle tutte. Unitamente alla creazione della traccia audio, nasce anche un video per  My World, interamente girato con i cellulari da ogni musicista. Il montaggio è opera di Chiara Magrini.

Il testo del brano invece è di Silvia Reale e Andrea Dominoni, è un’esaltazione della forza data dall’amore che eleva lo spirito. Permettendo così il raggiungimento, la manifestazione della propria “ghianda” come la definisce Hillman, ovvero della propria ragione di vita. Ovvero, il fuoco che brucia dentro ognuno di noi, il “Duende” come lo chiama Garcìa Lorca.

Nel ritornello si dice “we were born alone, but don’t forget it: there’s a reason to love” (siamo nati da soli, ma non dimenticartelo: c’è un motivo, uno scopo per amare).  Come a sottolineare che c’è sempre una spiegazione a tutto, che il nostro fuoco, la nostra “ghianda” si manifesta attraverso l’amore verso noi stessi che si irradia agli altri.

My World, è una ballad dalle sonorità principalmente acustiche, si chiude con una sorta di Mantra, un monito: “no matter what you dream, you were born and rasied free” . (Non importa quale sia il tuo sogno, sei nato e cresciuto libero). Perché a prescindere da quale sia la tua natura, il tuo scopo sulla Terra, siamo tutti nati e cresciuti liberi dentro per permettere alla nostra natura di essere.

Pe poterci esprimere, bisogna solo trovare il modo per metterci in contatto con essa perché a volte è sovrastata da pregiudizi, sovrastrutture, scarsa fiducia. Ma alla base ogni essere umano da bambino era liberamente in contatto con la propria interiorità e la seguiva senza chiedersi il perché e senza trovare degli scopi o delle motivazioni.

IL testo di My World

Questo testo è nato in questo periodo, proprio perché si ha la fortuna di potersi scoprire, sconvolgere e guardare dentro veramente e setacciare ciò che abbiamo dentro, chiedendosi davvero che cosa davvero sia la realizzazione di noi stessi e cosa possiamo lasciare andare.

Ci è venuto spontaneo pensare che questo brano oltre a fare del bene a livello emotivo, che è un po’ il nostro obiettivo in qualità di musicisti, potesse fare del bene anche a livello pratico, concretamente, perché l’epidemia in corso sta mettendo in grave difficoltà tantissime famiglie e persone.

Una realtà che conosciamo personalmente molto bene, il Laboratorio di Quartiere Giambellino – Lorenteggio, insieme ad altre realtà di zona, ha istituito il Fondo Emergenza Covid 19 – Giambellino Lorenteggio per sostenere economicamente famiglie, persone sole, giovani e anziani in questa situazione così difficile.

Il ricavato di My World sarà destinato unicamente ad un aiuto diretto degli abitanti in difficoltà, quindi non per pagare o finanziare servizi gestiti dalle varie organizzazioni. L’individuazione delle famiglie avverrà su segnalazione delle organizzazioni attive in quartiere che prima di accedere al fondo verificheranno il reale stato di bisogno. Oltre che la possibilità di accesso delle famiglie ad altri servizi e contributi già attivi sul territorio (banco alimentare, banco farmaceutico…).

Per questo la scelta ricade naturalmente su questo progetto, che ci permette di lanciare l’#artistiXilGiambellino e dare vita, ad un effetto domino di solidarietà attraverso l’arte.

My World

Biografia Maguey Plant

Maguey Plant è un progetto musicale neo soul nato a Milano nel 2018, la cui impronta black rimane fedele alle forme musicali della cultura afroamericana. Compaiono però anche inflienze derivanti da altri stili, creando il proprio sound “Soul” con contaminazioni jazzy e funk-rock, non sempre etichettabile.

L’ originalità, in continua evoluzione, permette a Maguey Plant di farsi presto spazio sul panorama milanese, ottenendo in breve tempo un discreto successo. La band arriva quindi all’interno della programmazione del rinomato festival JazzMi nella stagione 2019.

In appena un anno di attività portano a termine il loro primo disco ‘round 3, interamente auto-prodotto, presentato e pubblicato il 25 Ottobre 2019, riscuotendo molto successo. L’album è stato registrato e missato da Mob Sound Studio (MI), con il supporto tecnico di Alessandro Caneva e masterizzato da Michele “Gas” Castagna presso l’Orange Corner Music Lab di Milano.

La realizzazione di questo lavoro, avvenuta sotto la supervisione artistica del chitarrista milanese Alberto N.A. Turra, è  arricchita dalla speciale collaborazione con grandi ospiti. Parliamo di Ottavo Richter Brass Section, Rosario Di Rosa (keyboard & synth) e Alex Pacho Rossi (percussion).

Line up Maguey Plant

Silvia Reale: Vocals and Keyboard
Alberto Biosa: Drums and Percussions
Dave Dicecca: Lead Guitar and Fx
Andrea Dominoni: Bass and Backing Vocals

link ai social e contatti

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
By |2020-04-23T06:21:58+00:00Aprile 23rd, 2020|Brand New Rock, Musica, Rock News|