La Belle Dame #2 – intervista con il cantautore Valerio Bruner

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

La Belle Dame #2 è il progetto discografico di cui abbiamo già parlato nelle scorse settimane. Oggi non parliamo solo di un disco ma di un qualcosa di ben più importante a cui siamo molto legati. Per questo, abbiamo incontrato di nuovo Valerio per farci raccontare il suo lavoro.

Ciao Valerio, possiamo dire che ormai sei perfettamente a tuo agio qui con noi. Abbiamo avuto il piacere di ospitarti più volte e adesso lo facciamo per un’occasione davvero speciale.
Stai per entrare in studio per le registrazioni de La Belle Dame #2. Non un disco qualunque…. Cominciamo a raccontare il progetto, di cosa si tratta?

Ciao Rock My Life! È un piacere tornare sulle vostre pagine, siete il mio portafortuna in fin dei conti. Sì, il 16 settembre parte questa nuova avventura che, prendendo in prestito il linguaggio delle serie tv, mi piace definire uno spin-off de La Belle Dame.

Se La Belle Dame era un disco che parlava di donne e delle loro battaglie per affermare la propria individualità in una società tuttora maschilista, La Belle Dame #2 sarà un album suonato e cantato da cinque artiste donne insieme a cui reinterpreterò, in un nuovo arrangiamento acustico, le canzoni dell’album precedente. Una rivisitazione più intima e raccolta dove le chitarre elettriche e le batterie lasceranno il posto al pianoforte e alle chitarre acustiche.

Come abbiamo già detto, il ricavato delle vendite di questo disco andrà all’associazione “Le Kassandre” che si occupa di combattere la violenza di genere, principalmente la violenza sulle donne. Come hai conosciuto Le Kassandre e perché proprio questo tipo di associazione?

Già dalle prime settimane successive all’uscita de La Belle Dame, il 17 aprile scorso, in pieno lockdown, avevo deciso di destinare parte del ricavato della vendita dei dischi a supporto di realtà locali, attive qui a Napoli, che si occupassero di violenza sulle donne. Conoscevo di nome Le Kassandre, sapevo delle loro attività e mi è sembrato giusto dare il mio supporto a sostengo di una causa così grande e così importante in cui credo profondamente.

L’uscita de La Belle Dame #2 è prevista per il 25 Novembre, giornata mondiale della lotta alla violenza sulle donne. Infatti, i brani raccontano proprio storie di donne che per i più disparati motivi hanno sacrificato la loro vita, fuggono da un’esistenza dolorosa e violenta ma trovano sempre la forza ed il coraggio di cambiare il proprio destino. Come mai hai dedicato un intero disco a questo tema? Come donna non posso non rimanere colpita ed ammirata.

Le donne sono il fulcro dell’umanità fin dalla notte dei tempi, solo che a un certo punto l’umanità se n’è dimenticata. Sono io ad essere colpito e ammirato dalla vostra forza, coraggio e dedizione con cui affrontate le sfide che la vita vi mette davanti e, se è vero che la musica non è mai solo musica, non potevo non rendere omaggio a questa forza.

Ne la Belle Dame #2 hai coinvolto delle bravissime artiste della scena musicale italiana. Donne di grande talento che interpretano i tuoi brani. Che effetto ti fa sapere che le parole scritte da te, sono cantate da Annalisa, Caterina, Ell3, Federa e Lena? Che impatto emotivo ha avuto su di te?

Da pelle d’oca. In questi mesi di prove, lavorando insieme a loro, ho imparato tanto sia a livello umano che artistico: ognuna di queste splendide artiste mi ha onorato condividendo con me il suo talento, la sua sensibilità e passione, qualcosa che non è assolutamente scontato.

E di questo sono loro grato. Pensa che ascolto spesso i provini che abbiamo registrato mentre viaggio in treno e, quando mi soffermo a pensare come ognuna di loro abbia fatto sua la mia musica e le mie parole, mi viene una stretta allo stomaco. Ed è una sensazione meravigliosa.

Adesso Valerio voglio farti una domanda un po’ scomoda…. In questo disco, che abbiamo già ascoltato e amato qualche mese fa, affronti temi molto spinosi. Non è facile trattare certi argomenti anche se tu lo fai con un rispetto ed una delicatezza straordinari. Ma sono pur sempre cose per cui le persone tendono a nascondere la testa sotto la sabbia, ad evitare come se non esistessero. Non hai mai paura di risultare un cantautore “scomodo”, di nicchia, o di non essere compreso fino in fondo?

Il rischio c’è, ma ne sono consapevole e va bene così. La musica per me deve essere scomoda e deve farti stare scomodo, nel bene e nel male, altrimenti meglio sarebbe chiudere baracca e burattini e dedicarsi ad altro.

Adesso però parliamo anche della parte divertente del tuo lavoro. Stai per tornare in studio e dopo questi mesi così difficili per la musica credo sia una grandissima emozione. Tra l’altro il percorso di questo disco è curato nella produzione da Alessandro Liccardo, che sarà in studio con te se non erro. Cosa puoi raccontarci a riguardo?

Non vedo l’ora. Tornare in studio, tornare a creare, è un po’ come quando hai tenuto la testa sott’acqua per troppo tempo e quando risali a galla per respirare, beh…penso di aver reso l’idea.

Tornare a lavorare in studio con Alessandro Liccardo rende poi tutto più stimolante ed importante per me. Alessandro non è solo il direttore della mia etichetta, la Volcano Records & Promotion, ma è anche il mio produttore artistico, una guida fondamentale per un artista nel mondo della musica, e soprattutto un amico con cui vivere e condividere il viaggio.

Valerio siamo arrivati al termine di questa intervista così voglio concludere chiedendoti cosa ti aspetti da questa riedizione de La Belle Dame. Quale sogno nel cassetto hai per questo disco? E se possiamo chiedertelo, quali sogni e progetti ha nel cassetto Valerio Bruner?

Questo disco nasce per supportare Le Kassandre e, in scala più grande, per ricordare che la violenza sulle donne è ancora una tematica tristemente attuale. Il mio sogno è che questo disco possa, nel suo piccolo, supportare in modo concreto la mission non solo de Le Kassandre, ma di tutte quelle associazioni che si occupano di violenza contro le donne e di tutte quelle donne che questa violenza la subiscono quotidianamente. Per quanto riguarda me, dopo La Belle Dame #2, inizierò a lavorare al nuovo album, a sognare, a crederci e, si spera, a tornare a viaggiare con la chitarra in spalla.

Noi a questo punto salutiamo Valerio e gli auguriamo tutto il meglio possibile. Continuate a seguirci perchè parleremo ancora di questo bellissimo progetto e seguiremo questo bravissimo artista lungo tutta la sua strada.

Ecco la nostra recensione de La belle Dame.

Link e Contatti:

www.volcanopromotion.com
www.facebook.com/volcanopromotion
https://www.facebook.com/brunervalerio/

La belle Dame
Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
By |2020-09-17T07:14:00+00:00Settembre 17th, 2020|Brand New Rock, Musica Rock, Rock News|