Iron Sky, il brano di Paolo Nutini interpretato da Albert Eno

Iron Sky

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” hundred_percent_height=”no” hundred_percent_height_scroll=”no” hundred_percent_height_center_content=”yes” equal_height_columns=”no” menu_anchor=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” status=”published” publish_date=”” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ video_mp4=”” video_webm=”” video_ogv=”” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” video_preview_image=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” margin_top=”” margin_bottom=”” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=””][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ spacing=”” center_content=”no” link=”” target=”_self” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_image_id=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” hover_type=”none” border_size=”0″ border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”no”][fusion_text columns=”” column_min_width=”” column_spacing=”” rule_style=”default” rule_size=”” rule_color=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=””]

Iron Sky, il famoso brano di Paolo Nutini, è da oggi disponibile nell’interpretazione di Albert Eno. La canzone è disponibile download e su tutte le piattaforme streaming. Si tratta di una reinterpretazione emozionante ed elegante, che anticipa i nuovi progetti in studio dell’artista attesi per i primi mesi del nuovo anno.

“Iron Sky” streaming e digital download > https://ffm.to/ironskyalberteno

“Through this iron sky
That’s fast becoming our minds
Over fear and into freedom
Rain on me!”

Un’interpretazione elegante e coinvolgente: la versione di “Iron Sky” presentata da Albert Eno offre all’ascoltatore una perla della discografia di Paolo Nutini. Riproposta però con nuove sfumature brillanti e una profonda sensibilità introspettiva.  “Iron Sky è una di quelle canzoni che tutti vorrebbero aver scritto: quando la canti o semplicemente la ascolti non vorresti mai smettere di far suonare il ritornello. Un loop infinito che sembra ogni volta poterti dare qualcosa di nuovo e profondo” commenta l’artista.

La decisione di reinterpretare proprio questa traccia nasce da una riflessione personale, come spiega l’artista: “Ho scelto di realizzare questa cover perché all’interno del brano è inserito il discorso di Charlie Chaplin tratto dal film “Il Grande Dittatore”.
Una pellicola alla quale sono particolarmente legato. Ci vuole coraggio nella vita a fare ciò che si ama. E se pensiamo al momento storico in cui è nato quel film e le forti parole contenute nel monologo, credo che tutti noi possiamo trarne un grande insegnamento”.

La versione di “Iron Sky” di Albert Eno

Il brano vanta un sound affascinante e distinto, caratterizzato dall’eleganza compositiva: Il brano parte con un ritmo più lento, un synth, una chitarra acustica in open chord e una tonalità differente rispetto all’originale. Questo mi ha permesso di muovermi con la voce secondo uno spirito decisamente più dark e introspettivo. Introducendo poi una vocalità più consona alla mie corde, lasciando uno strappo che rappresenta molto il mio stile di songwriting”. Le registrazioni del brano e il mix avvengono in home studio da Albert Eno, il master invece è a cura di Pablo Davilla (Putrefashion Studio).

BIOGRAFIA

Albert Eno, già voce dei Kismet, avvia il suo progetto solista nel 2018. In occasione di una serie di date italiane di artisti internazionali in tour per l’Europa (Noah Gundersen, Stu Larsen & Natsuki Kurai, Charlie Winston tra gli altri), Albert Eno esordisce nella veste di solista come opening act.

Nel gennaio del 2020 è il supporto ufficiale del solo Tour di Charlie Winston in Belgio suonando al MCFA in Marche en Famenne, al Tremplin di Dison e a “La Ferme du Biéreau” di Louvain. Oltre ai concerti, Albert Eno inizia la sua attività creativa e compositiva che porterà l’artista a pubblicare nel settembre 2020 il singolo “The Embrace”.

Disco scritto durante il periodo di lockdown; il brano trae ispirazione dal dipinto di Egon Schiele “L’abbraccio” e da una citazione tratta dal libro “Just Kids” di Patti Smith. L’artista è ora a lavoro su nuovi progetti in studio in uscita nei prossimi mesi.

Link e contatti:

https://www.facebook.com/AlbertEnoOfficial
https://www.instagram.com/albert_eno/

[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

Therapy, Il nuovo singolo del promettente cantautore milanese Bemynorth

Therapy

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” hundred_percent_height=”no” hundred_percent_height_scroll=”no” hundred_percent_height_center_content=”yes” equal_height_columns=”no” menu_anchor=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” status=”published” publish_date=”” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ video_mp4=”” video_webm=”” video_ogv=”” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” video_preview_image=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” margin_top=”” margin_bottom=”” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=””][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ spacing=”” center_content=”no” link=”” target=”_self” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_image_id=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” hover_type=”none” border_size=”0″ border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”no”][fusion_text columns=”” column_min_width=”” column_spacing=”” rule_style=”default” rule_size=”” rule_color=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=””]

Therapy è il nuovo singolo del cantautore milanese Bemynorth. Il brano è disponibile da oggi, venerdì 18 dicembre, in digital download e in streaming.

Il nuovo singolo, come esplicitato nel titolo, vuole essere un supporto a chi soffre di depressione, con chiari riferimenti nel testo alla condizione di solitudine di chi ne soffre. Bemynorth, attraverso le sue parole, vuole dare una speranza, una luce, a chi è finito in quel “tunnel”. Complice anche il periodo estremamente stressante che tutto il mondo sta vivendo, tra lockdown e incertezze.

I know you see me black and white
And everything around you is so heavy
I will help you moving on

Le sonorità di “Therapy” miscelano l’elettronica alle chitarre, che rimangono il marchio di fabbrica del sound di Bemynorth. Più precisamente in questo brano vogliono richiamare quel suono crunch stratocasteriano dall’animo vintage. Un coro gospel nella seconda strofa regala ulteriore particolarità alla composizione pop e grazie al suo significato carico di unione e collettività valorizza il messaggio della canzone, rivolto a molti.

I lost my voice somewhere out there
But everyday is a new start.

Bemynorth su Therapy

Questo brano è stato scritto circa due anni fa, e registrato nell’estate 2020 presso l’home studio di Mattia Frassinetti. Ho deciso di rilavorare a questa canzone perché ci stiamo rialzando a fatica dalla pandemia che ci circonda. Così, ciò che ne consegue sono anche effetti psicologici non desiderati, come la solitudine che questo virus crea attorno a sé.

Sappiamo che molte persone che contraggono il virus sono costrette a isolarsi, fino a completa guarigione. Nei casi più critici e sfortunati, qualcuno rischia persino di non rivedere mai più i suoi cari e viceversa. Solo il pensiero ipotetico di questa situazione può creare ansia e stress, soprattutto nei soggetti più sensibile a questo tipo di pensieri, fino alla depressione. La canzone era nata in inglese, e visto il tema globale che affrontiamo tutti i giorni, ho deciso di lasciarla così.

“Therapy” è oprea di Alessandro Passera (Bemynorth), che ne ha composto anche la musica con Mattia Frassinetti. Le registrazioni avvengono nell’home studio di Mattia Frassinetti. Produzione, mix e master di Mattia Frassinetti. Voce: Alessandro Passera – Mimì Fitzgerald. Chitarre, arrangiamento ed elettronica: Alessandro Passera – Mattia Frassinetti. Artwork: Alberto Tanga aka AT Art.

Ascolta adesso Therapy su Spotify

BIO

Alessandro, in arte Bemynorth, è un cantautore Milanese. Il progetto nasce dopo la rottura con una band post hardcore chiamata Black Skyline. In seguito, Alessandro non tocca uno strumento per mesi. Raccolte nuove idee, sente l’esigenza di continuare il suo percorso musicale da solo.
In un anno scrive e compone il primo EP, in lingua inglese, “No quiet place”, pubblicato in digital download e in streaming il 20 settembre 2019.

Il lavoro, composto da cinque canzoni, è caratterizzato da un sound acoustic-pop ed elettronico.
Chiuso questo capitolo, inizia a lavorare su nuove produzioni, questa volta in lingua italiana, la prima delle quali, “Voglia di normale”, esce il 3 aprile 2020. Questo tocca tematiche strettamente legate all’isolamento causato dal Coronavirus. Il 25 settembre dello stesso anno pubblica il singolo “Twix”. Ma adesso è la volta del singolo “Therapy”.

CONTATTI E SOCIAL

Facebook: facebook.com/Bemynorth
Spotify: https://open.spotify.com/artist/2wVPdf5fV87ghxTGgL4kV8
Instagram: https://www.instagram.com/bemynorth
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCYeTjWEtRUXK6IPYCetpB4w

[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

We Keep On Shoutin – Not Your Average KISS Tribute

We Keep On Shoutin

We Keep On Shoutin è il progetto nato dalla volontà di tre musicisti della scena italiana, con l’intento di celebrare i Kiss ma non solo… Ce ne parlano Lester e i suoi compagni di avventura in questo comunicato.

Ciao a tutti,
Qui Lester (Lester Greenowski) Frank (Perfect View) e Casey (The Brokendolls).
Mentre i KISS si apprestavano a cominciare il loro “End Of The Road Tour” abbiamo pensato di creare una compilation digitale tributo alle maschere più famose del Rock’nRoll. Il sogno infatti è quello di fare una compilation primato con il maggior numero di partecipanti così ci siamo messi in contatto con molti amici ed abbiamo raccolto le cover dei KISS registrate da band/progetti. Abbiamo escluso solo le “Tribute bands” che ne rendono omaggio già tutti i giorni.

We Keep On Shoutin – Not Your Average KISS

A giugno del 2019 , é mancato Alex Ruffini fotografo rock’n’roll, scatenato fan della band NewYorkese ma soprattutto nostro carissimo amico.
Alex è morto di cancro e, durante gli ultimi mesi della sua vita, aveva fondato un’associazione benefica chiamata “Cancer Drugs and Rock & Roll”. Realizzava mostre con le sue fotografie ed organizzava eventi, per raccogliere denaro. Questo veniva donato a favore della ricerca (ma non solo) sul cancro al pancreas.

Tutte le iniziative passate e attuali, le potete tranquillamente trovare nelle pagine CD&RR, su facebook e Instagram. Abbiamo così deciso di unirci al lavoro che l’Associazione sta portando avanti organizzando una raccolta fondi grazie a questa straordinaria KISS Compilation .

We Keep On Shoutin – Not Your Average KISS Tribute, questo è il nome del progetto, in riferimento a “Rock And Roll All Nite” che vede la pertecipazione di 80 bands. L’uscita ufficiale sara’ il 22 Dicembre 2020 (giorno della nascita di Alex), sulla piattaforma BANDCAMP, solo ed esclusivamente in DIGITAL DOWNLOAD.

Tutte le informazioni potrete chiederle direttamente all’associazione scrivendo a questo indirizzo mail cancerdrugsandrockandroll@gmail.com
Tutti i proventi delle donazioni saranno interamente donati all’ associazione di Alex.

Nonostante l’emergenza Covid-19 abbiamo continuato a lavorare sul progetto a tempo pieno e siamo molto soddisfatti del materiale arrivato. Ottime performance, grande creatività nel rivisitare i celebri brani della band “Più calda dell’Inferno”. Insomma uno splendido lavoro “Internazionale”, visto che al suo interno vi sono molte band/singoli Italiani ma anche alcuni amici di Alex che hanno voluto dare il loro contributo, tra questi troviamo:

WARRIOR SOUL
ADAM BOMB
JIRO OKABE -Richie Ramone
DIEGO GALERI -Timoria
TOMMI MASSARA -Extrema
ALEX DE ROSSO -Dokken
MICHELE LUPPI- Whitesnake
TOMMI PRODI- Raw Power
MAURO MUNZI -Dhamm
FRANCESCO MONETI -Modena City Ramblers
ALEX KANE -Marky Ramone
HEY THIEVE -Neil Hunter Takeaway Thieves & Cat Southall
e tantissimi altri…

Ringraziamo quindi tutto lo Staff di CD&RR per averci dato la possibilita’ di ricordare Alex nel modo migliore…la musica dei suoi adorati KISS.
Lester, Casey, Frank

Link di presentazione We Keep On Shoutin – Not Your Average KISS
https://youtu.be/kP-O9drSWuM

Marco Gallorini, l’intervista al cantautore di “Io e Te”

Marco Gallorini

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” hundred_percent_height=”no” hundred_percent_height_scroll=”no” hundred_percent_height_center_content=”yes” equal_height_columns=”no” menu_anchor=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” status=”published” publish_date=”” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ video_mp4=”” video_webm=”” video_ogv=”” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” video_preview_image=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” margin_top=”” margin_bottom=”” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=””][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ spacing=”” center_content=”no” link=”” target=”_self” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_image_id=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” hover_type=”none” border_size=”0″ border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”no”][fusion_text columns=”” column_min_width=”” column_spacing=”” rule_style=”default” rule_size=”” rule_color=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=””]

Marco Gallorini è un cantautore italiano dal grandissimo carisma e con tante cose da raccontare attraverso la sua musica. Il suo ultimo video “Io e Te” è appena uscito e noi lo abbiamo amato tantissimo, così oggi, lo incontriamo con questa intervista in cui ci svela qualcosa in più.

Ciao Marco, è davvero bello averti in questo spazio soprattutto dato il grande successo che sta riscontrando il tuo ultimo video “Io e Te”. Un brano davvero intenso con dentro un mondo di emozioni da raccontare. “Non ho mai creduto agli angeli, ma ai demoni si…” Sei amico dei tuoi demoni?

Ciao Graziella, è un piacere, grazie per l’invito. Amico è una parola grossa, diciamo che ho imparato a conviverci, provo a pensarci il meno possibile, metterli su una canzone è un po’ come esorcizzarli.

Tu Marco hai un timbro davvero pazzesco che utilizzi con grande padronanza risultando un artista con carisma e personalità da vendere. Questo ti ha portato infatti anche sul palco di Sanremo proprio con Io e Te. Cosa ti ha lasciato quell’esperienza?

Suonare all’Ariston è un’esperienza che ha lasciato un bel ricordo che porterò sempre con me, calcare quel palco pieno di storia mi ha dato molta voglia di fare e la giusta carica.

Scoprire tutti i tuoi brani è stato davvero una grande esperienza di ascolto. Tu hai dei testi ed un modo di cantare a metà tra Grignani e Vasco, ma un po’ più incazzato. Adesso mi odierai per questo paragone ma da grande fan di entrambi non ho potuto fare a meno di percepire queste sfumature. Quali sono invece gli autori che tu personalmente ami di più?

Mi fa molto sorridere, non sei la prima a dirmelo, sono due artisti che fanno parte dei miei ascolti, Grignani sta addirittura dall’altra parte della collina su cui vivo. Sicuramente Vasco è l’artista che seguo da più tempo, tra i miei ascolti assidui ci sono anche Doors, Led Zeppelin, Whitesnake, Pink Floyd, potrei farti una lista infinita ma loro sono quelli che mi hanno attratto maggiormente al mondo musicale.

Nelle tue canzoni si parla di esperienze vissute con tutto l’impeto emotivo di ciò che significa stare in questo mondo. Scelte e decisioni prese quasi d’impulso, sensazioni che si possono sentire persino sulla pelle. Quanto ti somigliano i tuoi testi?

I testi rispecchiano quello a cui penso, andiamo nella stessa direzione, la scrittura è un modo che mi aiuta a riordinare le idee, mi annoto tutto su un file che si chiama “deliriatorum” da cui nascono poi le canzoni.

Abbiamo già parlato del palco più famoso d’Italia, quello dell’Ariston, ma ho letto che hai fatto oltre venti date in un solo anno. Sono davvero tantissime. Ma quanto è bella l’adrenalina da palco?

Prima di salire sul palco che ci siano 10 o mille persone sono sempre molto teso.
Mi sciolgo solo dopo il primo pezzo da lì inizio a godermi la serata, ciò che resta a fine concerto è adrenalina pura, è difficile fare a meno di quella sensazione per così tanto tempo.  Penso sia ciò che spinge ogni musicista a suonare il più possibile.

Oltre al palco, un altro bellissimo modo di arrivare al pubblico è il video legato ai brani. Tu hai scelto sempre delle location immerse nella natura. Ho visto campi a perdita d’occhio tra le colline senesi, boschi e persino una spiaggia. Tutto questo ancora una volta rimanda alla natura sempre un po’ selvaggia delle emozioni dell’essere umano. Perchè questa scelta?

Ho sempre viaggiato molto e mi piace sentirmi in contatto con la natura, penso che alcuni paesaggi siano più descrittivi di un’azione, possono dare un ambiente e suggerire un’atmosfera differente a seconda della musica che viene ad esso associata.

Marco, lo spazio a nostra disposizione è terminato perciò voglio salutarti e ringraziarti con un’ultima domanda. Mi sono fatta l’idea che tu sia un sognatore ossessivo compulsivo, anche se con i piedi ben piantati a terra. Puoi dirmi qual è il tuo più grande sogno in questo momento?

Ci hai preso in pieno. Non sono mai stato quello dei grandi sogni, al di là delle ambizioni o dei palchi prestigiosi quello che mi piacerebbe di più sarebbe presentare le mie canzoni per tutta l’Italia, ci sono dei gran bei posti che non ho ancora visitato. Grazie per questo spazio, un abbraccio a te e a tutti i follower di Rock My Life.

Rimani in contatto con Marco attraverso i suoi spazi social:

https://www.facebook.com/marcogalloriniband
https://www.instagram.com/marcogalloriniproject/

[/fusion_text][fusion_youtube id=”/rQmSMuaWxYo” alignment=”” width=”1280″ height=”720″ autoplay=”false” api_params=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” css_id=”” /][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

Riccardo Romano, l’Ep di debutto “Circuiti”

Riccardo Romano

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” hundred_percent_height=”no” hundred_percent_height_scroll=”no” hundred_percent_height_center_content=”yes” equal_height_columns=”no” menu_anchor=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” status=”published” publish_date=”” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ video_mp4=”” video_webm=”” video_ogv=”” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” video_preview_image=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” margin_top=”” margin_bottom=”” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=””][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ spacing=”” center_content=”no” link=”” target=”_self” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_image_id=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” hover_type=”none” border_size=”0″ border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”no”][fusion_text columns=”” column_min_width=”” column_spacing=”” rule_style=”default” rule_size=”” rule_color=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=””]

Riccardo Romano, il giovane cantautore milanese presenta oggi, 18 dicembre, Circuiti. Si tratta del suo Ep di debutto disponibile in digital download su tutte le piattaforme streaming.

Il lavoro, si compone di sei brani che rappresentano il debutto solista dell’artista già voce dei Syntesthesia. E’ infatti un viaggio introspettivo nel mondo di Riccardo e, allo stesso tempo, il racconto di come l’artista percepisce il mondo intorno a lui.  Le sonorità lasciano spazio all’originalità e alla sperimentazione, con la chiara intenzione di non porre limiti ai generi. Il risultato è una tracklist variegata, nella quale trovano spazio rockeggianti riff di chitarra. Ma anche ballad accompagnate dal pianoforte, e musica elettronica.

Ecco la tracklist di “Circuiti”:

Cicche al mentolo
Corto circuito
Fuliggine
Le 3 e 23
Socialvitamanager
DarthFather

Riccardo Romano:

“Circuiti” descrive appieno quello che queste canzoni rappresentano per me. Cioè una piccola parte di quello che sono, un insieme di episodi vissuti. La continua lotta tra pigrizia e voglia di fare, il rendersi conto di dare poca importanza a chi ci circonda. Parla anche del rapporto con un genitore, l’imprevisto dell’ultimo minuto, il comprendere che basta poco per stare bene. Soprattutto parla del corto circuito che ti porta a interrogare te stesso. Questo è quello che si può trovare all’interno del mio EP, ossia, Riccardo.

Riccardo Romano si è occupato sia della scrittura di Circuiti che della composizione delle musiche insieme a Lorenzo Avanzi. Produzione, mix e master di Lorenzo Avanzi. Studio di registrazione AVZ Studios. Hanno suonato: Riccardo Romani, Lorenzo Avanzi.

Biografia:

Classe 1996, è un cantautore milanese. Immerso nella musica sin da bambino, fonda la sua prima band nel 2015 i Syntesthesia. Con loro pubblica nello stesso anno “Bianco”, EP nel quale è presente “Ti Disegnerei”. Questo brano è utilizzato da Angelo Pintus alla fine degli spettacoli del Tour “Ormai sono una Milf”. Nel 2019 comincia poi il suo progetto da solista pubblicando due brani “Cicche al mentolo” e “Socialvitamanager”. Oggi pubblica “Circuiti” il suo primo EP da solista.

Link e contatti:

FB: https://www.facebook.com/RiccardoRomanoOfficial
IG: https://www.instagram.com/_instariccardo_
YT: https://www.youtube.com/channel/UC8U5sY71SHmtl4FoXFooFUw
Spotify: https://open.spotify.com/artist/2u3qUqaQyvxBlAzdLXqNZZ

Ascolta adesso Circuiti

[/fusion_text][fusion_youtube id=”/hFQ7YlW0zjI” alignment=”” width=”1280″ height=”720″ autoplay=”false” api_params=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” css_id=”” /][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container][fusion_builder_container hundred_percent=”no” hundred_percent_height=”no” hundred_percent_height_scroll=”no” hundred_percent_height_center_content=”yes” equal_height_columns=”no” menu_anchor=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” status=”published” publish_date=”” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ video_mp4=”” video_webm=”” video_ogv=”” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” video_preview_image=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” margin_top=”” margin_bottom=”” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=””][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ spacing=”” center_content=”no” link=”” target=”_self” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_image_id=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” hover_type=”none” border_size=”0″ border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”no”][fusion_youtube id=”/bj0MFRpUqH8″ alignment=”” width=”1280″ height=”720″ autoplay=”false” api_params=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” css_id=”” /][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]