Diego Ribechini, il cantautore poeta dall’animo rock

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Diego Ribechini è un cantautore italiano, toscano per la precisione. Il suo nuovo lavoro dal titolo Autofagia è uscito lo scorso 29 Gennaio per l’etichetta Native Division Records (Volcano Records & Promotion).

Si tratta di un lavoro poetico, profondo, che scava dentro l’animo umano. Tanto da farci pensare all’autore come un rocker dall’animo tormentato e dannato in cerca di pace attraverso la musica.  La cosa che più colpisce è senza dubbio il ruolo affidato alla chitarra, protagonista assoluta insieme ai testi per tutta la durata del disco.

Un ascolto dinamico, piacevole, ricco di sfumature e mai banale. E se la chitarra è il fulcro intorno al quale ruotano questi 14 brani, lo è anche la poliedricità di Diego Ribechini. Un cantautore capace di raccontare e raccontarsi in mille modi diversi, come dimostra ad esempio l’armonica dalle tinte blues nel brano “Il Ciliegio”. Ma passiamo anche attraverso brani strappacuore dal sapore “Acoustic ballad” fino a quelli più duri.

Brani invece come “L’arca di Noè” e “Shangri la” ammorbidiscono con le loro sonorità più gioiose e di ampio respiro anche i temi più cupi e riflessivi. Non poteva mancare in questo disco, e quasi ce lo aspettavamo, un brano pieno di ottimismo e speranza. Con “Il tempo Della Semina” Diego Ribechini tira fuori dalle tasche manciate di allegria da spargere in giro per il mondo.

Alla fine del nostro ascolto, non ci sembra poi così esagerato azzardare il paragone con un giovane De Andrè che Diego ci ricorda tanto, sia nelle liriche che nel carattere dato ai brani. Solo con un pizzico di rock in più!

Ascolta Autofagia su Spotify

Ecco altri articoli che puoi leggere su Autofagia

Tracklist:

1. Autofagia
2. Frankestein
3. Quello che accadrà
4. Il pazzo col cappello
5. L’arca di Noè
6. Dentro il vuoto
7. La stanza dell’eco
8. Lei
9. Lucida follia
10. Eva
11. Lo spaventapasseri
12. Il ciliegio
13. Il tempo della semina
14. Shangri la.

Biografia:

Diego Ribechini inizia il suo percorso artistico nel 1996 con la sua prima band “Collage” (poi divenuti (Quintessenza)dove fin da subito ha iniziato a produrre canzoni e testi propri. Nel corso degli anni ha intrapreso studi e percorsi di vario genere per avere più contaminazioni possibili e per studiare a fondo il suo strumento vocale.

Ha scritto e lavorato in teatro sia di prosa che musicale, ha scritto e pubblicato libri di Poesie, ha collaborato e collabora con professionisti e artisti italiani di livello ed infine passando per il suo ultimo gruppo “Stoned Dogs” è arrivato a creare questo nuovo progetto con il quale è giunto al secondo album ufficiale.

Hanno suonato:

Diego Ribechini – Voce, chitarra acustica, armonica.
Filippo Fantozzi – tastiere, piano, campioni e fisarmonica.
Federico Francesconi – chitarra elettrica.
Lucio Passeroni batteria, percussioni.
Andy J Fox- basso.

Special guest:

Nik Capitini – Ukulele
Carlo Paoletti – acustica e solo di classica su “Eva”
Leonardo Barbafiera – sax e flauto.

Registrazioni parte strumentale: Al Redwall Recording Studio
Voci, mix e il mastering – a cura di Giovanni Ghezzi presso Redroom Recording Studio.

Per maggiori informazioni su Diego Ribechini:

www.facebook.com/nativedivisionrecords
https://www.facebook.com/diegoribechinidr40/

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
By |2021-02-04T11:02:58+00:00Febbraio 3rd, 2021|Brand New Rock, Musica Rock, Rock News|