Road Sweet Home, un viaggio nelle emozioni attraverso la musica di Giulio Larovere

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Road Sweet Home è all’apparenza solo un disco, un insieme di tracce musica e voce, almeno finché non lo si ascolta. Allora diventa chiaro che è molto di più. Questa è infatti una storia che non poteva non essere raccontata, una storia che comincia con i diari di John Knewock e prosegue attraverso la musica di Giulio Larovere.

Raccontare Road Sweet Home significa intrecciare la vita di più persone, quella di John e delle persone che ha incontrato lungo il suo cammino. Ma anche quella di Giulio Larovere che ha fatto sue le canzoni, le emozioni e il vissuto di questo uomo pagina dopo pagina. Giulio scrive così la sua musica lasciando che la storia di John arrivi più lontano possibile, e soprattutto che rimanga nel nostro cuore.

Dal punto di vista prettamente tecnico possiamo dire che questo disco rasenta l’eccellenza. Ogni minimo particolare, ogni dettaglio sono stati curati in maniera maniacale. Crediamo che anche Larsen Premoli, così come tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione del disco, si siano innamorati tanto quanto Giulio di questo racconto. Ecco perché è diventato una vera e propria storia che sembra una sceneggiatura di un film. Se dovessero mai raccontare sul grande schermo la vita di Jonh Knewock, la colonna sonora sarebbe senza dubbio Road Sweet Home.

La storia di John abbraccia gran parte degli anni ‘60/’70 perciò anche le sonorità e il tipo di strumentazione utilizzata dovevano riprodurre quell’epoca. E’ stato fatto dunque un lavoro pazzesco ed incredibile, registrando gli strumenti in maniera analogica. Sono stati utilizzati amplificatori a valvole, un piano Fender Rhodes originale anni ‘70. Il tutto fatto passare attraverso un ampli Fender. Inoltre, tutte le meccaniche e i tasti sono stati microfonati per un vero viaggio attraverso la macchina del tempo. Sembra persino di sentire le corde della chitarra una ad una e le dita sui tasti.

Ogni singolo brano di Road Sweet Home è una fase della vita di John che Giulio rende così personale portando alla luce quelle emozioni attraverso i ricordi. In questo disco c’è molto di più che della semplice musica. Si sente il profumo del vento, il sole che picchia sulla strada, i treni presi al volo nelle “corse rubate”. C’è la pioggia che picchia sulla pelle e che entra nelle ossa.

E c’è anche la solitudine, quella a cui si pensa ogni volta che si lascia un posto, perché chi vive come John ha accettato che nessun legame può essere definitivo. Che malgrado tutte le persone che abbia incontrato lungo il cammino, alla fine nessuna è rimasta nella sua vita per sempre.

Quanto può essere sottile il confine tra libertà e solitudine? Questo sembra l’intero filo conduttore che lega tutte le canzoni. Road Sweet Home è un disco da leggere attraverso il cuore di John che è entrato un po’ nell’anima di Giulio Larovere a cui ha chiesto in prestito la voce. Chissà se ne è mai uscito o se rimarrà per sempre in lui incastrato tra la pelle e il cuore…

Non pensate a Road Sweet Home come all’ennesimo disco celebrativo. Non lo è affatto! Perchè quello che lascia dopo averlo ascoltato è qualcosa che difficilmente riusciremo a dimenticare. E’ un magone, un groppo il gola che rimane lì ma che insegna anche molto. Nessuno può rimanere indifferente al John che c’è dentro di noi!

Questa storia probabilmente aspettava una persona come Giulio Larovere per poter venire fuori in musica. Giulio ha avuto l’animo giusto e soprattutto il cuore ed il coraggio di avvicinarsi alla sua storia. Non è forse la musica stessa vita, libertà e amore?

Road Sweet Home è qualcosa che rimarrà per lungo tempo nelle emozioni di chi saprà ascoltarlo nel modo giusto. Ovunque sia John adesso, siamo certi che sarà grato a Giulio per aver reso il suo viaggio ed il suo esempio indimenticabili.

Tracklist Road Sweet Home:

1 – Paper Bag
2 – To See a Lonely Heart (Official video Qui)
3 – Why Live in Hell
4 – What’s the Use Being Free
5 – Like The Wind
6 – Ramblin’ Boy
7 – The Now
8 – In Hell
8 – Rain (Official video Qui).

Credits:

Autore: Giulio Larovere
Compositore: Giulio Larovere, Giuliano Dottori
Produttore: Giulio Larovere
Studi: Pre-Production Giuliano Dottori (Jacuzi Studio, Milano)
Recording Larsen Premoli (Reclab Studios, Buccinasco)
Mix: Reclab Studios (MI)
Master: Reclab Studios (MI).

Musicisti:

Giulio Larovere – Vocals, Acoustic guitar
Enrico Meloni – Electric guitar
Giuliano Dottori – Electric guitar
Andrea Vismara – Bass guitar
Daniele Capuzzi – Drums
Raffaele Scogna – Keys
Vincenzo Marino – Sax.

Rimani in contatto con Giulio Larovere attraverso gli spazi Social:

https://www.giuliolarovere.com/
FB: https://www.facebook.com/giuliolarovereofficial
IG: https://www.instagram.com/giuliolarovere/
YT: https://www.youtube.com/c/GiulioLarovere
Spotify: https://open.spotify.com/artist/4c1x5q3SgjyzgivpDvKF97
Apple Music: https://itunes.apple.com/it/artist/giulio-larovere/1069961775

Road Sweet Home
Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
By |2021-02-15T09:00:09+00:00Febbraio 15th, 2021|Brand New Rock, Musica Rock, Rock News|