Personal, il nuovo disco di Dr Gimmy, ecco la nostra recensione in anteprima

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Personal è il nuovo lavoro solista di Dr. Gimmy, storico chitarrista fondatore della band milanese Linea. Il disco è in uscita il 15 Aprile, ma noi lo abbiamo ascoltato in anteprima per voi e ve lo raccontiamo in questa recensione.

Il disco si compone di 13 brani eterogenei, ricchi di emozioni e sonorità che senza dubbio richiamano alla birtpop, scritte però con quel tocco personale e più attuale frutto della grande sperienza dell’autore.

Personal è un disco pensato e cantato in italiano dal sapore un po’ vintage. Fortemente voluto da Gianmarco Pirro (Dr. Gimmy). Ne è una dimostrazione la scelta di registrare, mixare e produrre il disco presso “Casa Mia Studio”.

Quel che ne risulta è un lavoro magari meno perfetto, ma che nulla toglie all’intento di creare qualcosa di vero, che trasudi passione. Personal è dunque frutto della grande esperienza di vita dell’autore maturata nel corso degli anni.

Dr. Gimmy, accende così una luce su un genere forse un po’ troppo nascosto dalla coltre della modernità e che nel tempo abbiamo dimenticato. Questo disco è fatto di sonorità pop avvolte da sfumature black, ma non mancano tuttavia elementi che ci ricordano gli amati Beatles. Ad esempio il mellotron nel brano “Un’ Occasione In Più”.

I richiami agli anni 60/70, sono molto presenti anche in “Il Cuore Batte”. Si tratta di un brano autobiografico, come confessa l’autore. Qui sono i suoni psichedelici a predominare e ci portano su un piano decisamente più etereo.

Personal ci sorprende così con viaggi inaspettati che si sviluppano in vari aspetti. Dalla psichedelia passiamo alle percussioni dal sapore etnico, alle chitarrone acustiche e ai ritmi tribali di “Dustin”. La storia tristemente reale di un bambino di 8 anni partito da Tripoli su un barcone della morte.

Nei brani successivi Dr. Gimmy spezza questa amara e triste parentesi con dei brani più ironici, anche se si tratta pur sempre di temi abbastanza caldi. Stiamo parlando de “Il Manichino Stupido” e “Abbiamo Perso Con Pelè”. Anche la musica cambia, incontriamo infatti ritornelli pop/rock che ruotano intorno ad un bel giro di accordi.

Ma come in un bel disco che si rispetti non mancano le ballad da ascoltare tutte d’un fiato. Cominciamo con “Una Canzone” per arrivare alla traccia che chiude il disco “Anche John Grida Aiuto”. L’autore ci svela un segreto: il titolo si riferisce a John Lennon che scrisse la sua Help proprio come grido di aiuto.

Ma non siamo ancora arrivati alla fine del racconto. Ci sono altre storie da scoprire in Personal. Ad esempio quella dell’ancora troppo presente realtà dei femminicidi di cui si parla in “Amore Malato”. Oppure “La Mia America”, altra ballad importante all’interno di questo lavoro.

Se dobbiamo fare un riassunto di ciò che abbiamo ascoltato, possiamo dire che Personal è a tutti gli effetti un diario di viaggio di Gianmarco. Testi che intrecciano parole e ricordi e musiche che ne raccontano sia la drammaticità che la bellezza di averli vissuti.

Un cantautorato puro, quasi d’altri tempi, che ogni tanto è bello riscoprire in questo mare di modernità talvolta esagerata. Un gran bel disco che noi di Rock My Life possiamo caldamente consigliare.

Ecco la tracklist di Personal

La mia generazione.
Un’occasione in più.
Chernobyl 86.
Il cuore batte.
Dustin.
Sognare per vivere, vivere per sognare.
Il manichino stupido.
Abbiamo perso un Pelè.
Una canzone.
Amico mio.
La mia America.
Un amore malato.
Anche John gridava aiuto.

Rimani in contatto con Dr. Gimmy

FB: https://www.facebook.com/gianmarco.pirro
IG: https://www.instagram.com/official_dr.gimmy/
YT: https://www.youtube.com/channel/UCwUA1M-k9g-mUmWEeZ2uDcg

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
By |2021-04-08T06:38:55+00:00Aprile 8th, 2021|Brand New Rock, Musica Rock, Rock News|