Giulio Cazzato, esce oggi Rimarrai Poesia, ecco la nostra intervista

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Giulio Cazzato rende da oggi disponibile in digital download e in streaming “Rimarrai poesia” (You Can’t Records). Si tratta del nuovo singolo del cantautore di origini salentine residente in Svizzera.

Il brano è accompagnato da un video ufficiale già online sul tubo ed è il primo estratto dal disco “La mia sola libertà” disponibile dal 6 maggio prossimo. Il singolo si caratterizza per un testo intimo, a tratti criptico, denso di significato. Ma anche per un sound pop rock con richiami alla musica leggera italiana. Noi abbiamo abbiamo raggiunto Giulio Cazzato con questa intervista, ecco cosa ci ha raccontato.

Ciao Giulio, felice di averti sulle nostre pagine! E’ appena uscito il singolo Rimarrai Poesia, un brano accompagnato da un bellissimo video. Qui abbiamo un interessante racconto visivo basato su due elementi: le rose ed il legame tra la protagonista Giulia e il barbagianni. Raccontaci questa storia.

Ciao! Ogni gesto, soggetto e posto sono fondamentali per capire il nesso che c’è tra parole e immagini. I primi elementi importanti sono la ragazza adolescente Giulia e il barbagianni. Rappresentano la trasfigurazione dell’inconscio incerto che tramuta in coscienza, fino a divenire consapevolezza.

L’inconscio, viene identificato nell’animale per antonomasia simbolo di saggezza, forza e amore. La coscienza invece, danza su passi indomabili, già sicuri della propria strada, attendendo che l’inconscio concretizzi la mossa da attuare, andare via. Le rose rappresentano il cambiamento dei sentimenti del cantautore, da tante e rosse, durante lo scorrere del videoclip diventano una e sbiadita.

Rimarrai Poesia fa parte del tuo album “La mia sola libertà” disponibile tra pochi giorni. Questo è un anno davvero particolare per la musica e in qualche modo comporre, registrare e distribuire un nuovo lavoro può essere davvero complicato. Come ti senti quando arrivi in fondo e ascolti il disco pronto e finito così come uscirà?

Ho riflettuto molto e mi sono convinto che questo era il momento giusto per mettere insieme un pò di canzoni scritte in questi anni e scegliere quelle più significative. Sono molto contento, emozionato e soddisfatto di questo lavoro. Rispecchia la mia visione di fare musica ed il modo in cui voglio approcciarmi a chi mi ascolta.

Parliamo un po’ di Giulio Cazzato. La tua musica spazia tra il rock, pop e una manciata di elettronica con testi in italiano. Ma nella tua crescita artistica c’è anche il blues, che tuttavia non influenza la tua scrittura perché tu rimani fedele al genere rock. E’ il genere che ti permette di esprimerti al meglio?

Si è il genere in cui riesco ad esprimere al meglio quello che ho dentro. Forse anche perchè è il primo genere con cui ho iniziato a fare musica quando avevo 12-13 anni. Il blues l’ho scoperto intorno ai 20 anni, mi ha cambiato e fatto crescere artisticamente..non è solo un genere, è uno stile di vita, è la base di tutto quello che oggi ascoltiamo.

Per ciò che abbiamo potuto ascoltare, tu lasci un grande spazio alle emozioni, a quello che la musica riesce a farci provare. E’ la stessa cosa che possiamo trovare nei più grandi cantautori italiani. Tu stesso dichiari di amare gli artisti e le band degli anni ‘70, c’è anche un po’ di loro nella tua musica?

Sicuramente le influenze sono tante, partendo da Battisti fino a band attuali e ritornando poi a Rory Gallagher e Robert Johnson. Certo l’emozione è quello che più mi interessa, la tecnica la lascio ad altri.

Adesso una curiosità. Noi redattori siamo sempre molto attenti a ciò che succede sui social degli artisti. Infondo, sono una vetrina importantissima per chi vuole farsi conoscere e far conoscere la propria musica e il proprio lavoro. Che rapporto hai tu con i social e con i media in generale?

Qualche anno fa ero molto presente sinceramente, ma ora un pò meno. Mi rendo conto che tutto gira così velocemente e a volte trovarsi al passo con tante cose è un pò difficile. Preferisco ad esempio un vinile al posto di ascoltare un pezzo su Spotify, ma ora funziona così e vabene ugualmente.

Tu vivi in Svizzera da qualche anno ormai. Lì collabori con diversi musicisti e segui altri progetti. La mia sola libertà esce tra pochi giorni, ti aspetti una risposta di pubblico diversa nei due Paesi? Con quest’ultima domanda ti salutiamo ed ovviamente aspettiamo di poter ascoltare anche noi il tuo nuovo lavoro.

Sono due paesi in cui la musica viaggia un pò in modo differente. Spero tanto ci sia un buon riscontro anche qui in Svizzera, anche perchè la comunità italiana è molto presente. Soprattutto nei live mi accorgo che quando canto in italiano il pubblico è molto attento.

Ringraziamo Giulio Cazzato per averci dedicato il suo tempo e vi lasciamo con il video del suo ultimo lavoro! Buon ascolto!

Segui Giulio Cazzato anche sui social:

IG: https://www.instagram.com/iuiomama

YT: http://bit.ly/YouTubeGiulioCazzato

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
By |2021-04-29T07:25:41+00:00Aprile 29th, 2021|Brand New Rock, Musica Rock, Rock News|