Slaughter, seconda traccia svelata per i WaterCrisis, ecco il brano e l’artwork

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Slaughter è il secondo brano che i WaterCrisis decidono di pubblicare. La seconda traccia dell’album il cui il testo è stato scritto dal chitarrista Francesco Coppeta.

Ecco come la band descrive Slaughter:

Slaughter nacque grazie ad una donna carismatica, abile seduttrice dal carattere molto forte. Attratto dai suoi modi di fare, spesso e volentieri, la lasciavo fare, un po’ per curiosità, forse un po’ per divertimento o forse per la novità che in quel momento rappresentava.

Racconto di una Dea che ha tutti sotto il suo potere, inganna, massacra ma stanno tutti al suo gioco. Tranne il suo servo che, nonostante prenda anch’esso ordini da lei, a differenza degli altri sudditi ottiene una sorta di fiducia speciale da parte del trono.

Tant’è che entrambi si sentono alla pari, entrambi sono servo e padrone dell’altro.
Rinchiusi nella loro gabbia di amore e ferite.

Ascolta QUI il disco dei WaterCrisis

La band campana WaterCrisis, dopo un periodo di silenzio, torna a proporre del materiale ripreso dal disco della band Sleeping Sickness uscito nel 2018 per l’etichetta Volcano Record & Promotion.

Quattro sono i brani estratti dall’album: Another Day Like The Others, Slaughter, It Drives You So Mad e The Hostesses Dies Alone. Di questi brani, sono state realizzate delle illustrazioni che descrivono il significato dei testi.

Sono stati riarrangiati in una versione tesa a delle sonorità più acustiche, lontana da quelle più aspre e distorte. La decisione di realizzare questo progetto nasce dalla volontà della band di tornare ad essere presente all’interno della scena riportando alla luce il suo precedente lavoro mentre si prepara a pubblicare, in un futuro non molto lontano, del materiale del tutto inedito.

Le registrazioni avvengono presso lo studio Cfm Sonoria di Mirabella (AV), a cura di Michele Manna come tecnico del suono e con la partecipazione di Pasquale Renna alla batteria, un musicista che contribuisce al sound del gruppo dando ai brani un tocco assolutamente personale ed incisivo.

Guarda adesso il video di Slaughter

Credits:

Produzione, mix e master presso il Cfm Sonoria da Michele Manna.
Photo: Pasquale Renna.
Artwork: Ardha Lepa.
Produzione video by Pasquale Renna.

Biografia:

I WaterCrisis nascono tra il 2016 e il 2017 con la seguente formazione: Francesco Coppeta alla chitarra, Antonio Castaldo al basso, Caterina Salzano alla voce e Roberto Godas alla batteria. Insieme hanno duramente lavorato alla ricerca del loro sound ispirandosi e ricercando atmosfere suoni e caratteristiche appartenenti alla scena stoner.

Nel 2016 la band entra in contatto con l’etichetta Volcano Records & Promotion e nel 2017, pubblicano il loro primo EP: “WaterCrisis”.
Il 6 Agosto dello stesso anno la band partecipa al South’s Ceyenne a Manduria (TR), in apertura ai Lacuna Coil.

Tra Settembre e Dicembre i WaterCrisis, registrano il loro primo album dal titolo ”Sleeping Sickness”, in uscita il 27 Aprile, evolvendo le idee proposte all’interno del precedente EP, un sound più deciso e aggressivo che meglio si riferisce al genere stoner metal scelto, proponendo un prodotto decisamente più maturo, confermando la propria collaborazione con l’etichetta Volcano Records & Promotion.

Pochi mesi dopo l’uscita del disco “Sleeping Sickness” il batterista decide di abbandonare il progetto e trovano in Simone Formisano quello che stavano cercando.

Formazione attuale:

Caterina Salzano (Vocals)
Francesco Coppeta (Guitar)
Antonio Castaldo (Bass)
Simone Formisano (Drums).

Facendosi strada attraverso la musica ed i testi i WaterCrisis riescono ad esprimere un dolore, un disagio e, contemporaneamente, l’aggressività e la rabbia che ne conseguono rendendole gli strumenti tramite i quali uscirne fuori.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
By |2021-05-30T18:31:09+00:00Maggio 30th, 2021|Brand New Rock, Musica Rock, Rock News|