Vince Pastano

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” hundred_percent_height=”no” hundred_percent_height_scroll=”no” hundred_percent_height_center_content=”yes” equal_height_columns=”no” menu_anchor=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” status=”published” publish_date=”” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ video_mp4=”” video_webm=”” video_ogv=”” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” video_preview_image=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” margin_top=”” margin_bottom=”” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=””][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ layout=”1_1″ spacing=”” center_content=”no” link=”” target=”_self” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_image_id=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” hover_type=”none” border_size=”0″ border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”no”][fusion_text columns=”” column_min_width=”” column_spacing=”” rule_style=”default” rule_size=”” rule_color=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=””]

Vince Pastano, chitarrista, compositore, produttore, e ideatore del progetto Noisebreakers, si racconta sulle nostre pagine con questa intervista. In attesa di poter assistere allo show che si terrà al Borderline Pisa il 13 Novembre, gli abbiamo fatto qualche domanda.

Ciao Vince, benvenuto sulle pagine di Rock My Life, è davvero bello poterti ospitare! Il 13 Novembre sarai nella nostra meravigliosa Toscana al Borderline di Pisa con il progetto Noisebreakers. Si tratta di un bel progetto rock: crudo, vero, istintivo e diretto. Quanto ti somiglia?

Grazie a voi per l’invito! E’ un progetto che fotografa questo momento della mia vita, una sintesi di trent’anni di cultura rock che mi hanno permesso poi di connettermi alla musica di Vasco. L’album ha il sound ruvido di un quartetto degli anni ’70, senza troppi fronzoli.

Eccetto per un paio di brani in cui ho espresso il mio lato più raffinato, legato alle produzioni ambient rock di Daniel Lanois. Io sono entrambe le forme musicali, sono fatto di varie sfumature. I miei album preferiti rock e quelli di Tony Farina (il cantante) sono spesso legati a quel periodo, come il primo Alice Cooper, David Bowie, Black Sabbath, T Rex, The Doors, Led
Zeppelin.

La tua chitarra ha accompagnato tantissimi artisti ma dal 2014 sei entrato a far parte della band di Vasco. Ti vediamo anche in veste di produttore artistico del VascoNoStopLive, raccogliendo l’eredità del compianto Guido Elmi. Quale carico emotivo ha avuto questa esperienza?

Il carico emotivo persiste ancora oggi perché ad ogni scelta artistica mi pongo mille dubbi come ‘chissà cosa avrebbe fatto Guido’, o ‘chissà se questa parte musicale gli sarebbe piaciuta’. Mi ci è voluto qualche mese per sbloccarmi ma poi ho deciso di affidarmi al mio istinto altrimenti sarei imploso emotivamente.

A tal proposito, tu hai dichiarato che prima di dare un’ ipotesi di scaletta per il concerto, un’opzione diversa rispetto all’anno precedente, hai bisogno di un mese di sperimentazione chiuso nella tua stanza. Cosa succede in quel mese? Come sai che quel brano è quello giusto al momento giusto?

Succede che scelgo vari brani del suo repertorio passato e ci lavoro per dargli un arrangiamento un pò aggiornato. Successivamente li sottopongo al giudizio di Vasco e solo se piacciono hanno la possibilità di rimanere in scaletta.

Facciamo varie riunioni in cui si discute di quale onda artistica dare al concerto, se c’è un argomento che possa fare da filo conduttore o se ci sono brani che assolutamente vuole che si inseriscano.

Non c’è una regola per capire se un brano è giusto ma indubbiamente ci sono elementi cruciali nella scelta come il testo ed il groove; questi sono i parametri a mio avviso più importanti per la riuscita di un concerto negli stadi.

Curiosando sui tuoi social ho visto tantissime foto scattate sul palco durante i live. Stadi gremiti di persone e tutta l’emozione dei concerti. Sembra quasi che l’emozione delle persone si fonda con quella dei musicisti. Ti si stringe ancora un po’ la gola quando sali sul palco e vedi tutta quella gente? Che effetto fa sapere che sono lì solo per voi?

Mi si stringe si! è un’energia che ti aiuta a dare il massimo delle capacità ed è sempre questo scambio ciò che permette a noi musicisti di far divertire il pubblico.

Tu Vince ti occupi di musica sotto moltissimi aspetti. Chitarrista, compositore, produttore, hai fondato l’etichetta Liquido Records… Era il tuo sogno nel cassetto o quello che hai realizzato ha superato persino le tue aspettative?

Ha superato qualsiasi aspettativa, mi ha aiutato anche il fatto di essere una persona molto ambiziosa.

Rock My Life racconta emozioni, perciò non possiamo non parlare del solo del brano “C’è Chi dice No”. Quel pezzo lì vale da solo tutti i km fatti per assistere ad un concerto! Come fai a tirar fuori tutta questa anima?

Non saprei perché il brano è un capolavoro di per se. Il testo mi ha sempre ispirato e fu Guido Elmi a spingermi a dare il massimo in quei pochi secondi di assolo. Ricordo il suo sorriso quando trovai la concatenazione giusta di note, quelle dal sapore symphonic metal che lui amava tanto.

Vince, in attesa di vederti dal vivo con i Noisebreakers al Borderline, ti ringrazio tantissimo per il tempo che ci hai dedicato e voglio salutarti con un’ ultima domanda. Se tornassi indietro nel tempo, ti innamoreresti di nuovo di questo lavoro?

Ma nel modo più assoluto si! Penso alla musica tutto il giorno, sin da piccolo, come un estasiante ossessione. Forse ero un musicista anche in un’altra vita passata, chissà ..

Vince Pastano vi aspetta il 13 Novembre al Borderline di Pisa con i Noisebreakers. Potete seguire l’artista e l’evento attraverso questi link:

https://www.facebook.com/vincepastanoofficial
https://www.instagram.com/vincepastanoofficial/
Evento Facebook: https://fb.me/e/1Ra2uUGQQ

[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container][fusion_builder_container hundred_percent=”no” hundred_percent_height=”no” hundred_percent_height_scroll=”no” hundred_percent_height_center_content=”yes” equal_height_columns=”no” menu_anchor=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” status=”published” publish_date=”” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ video_mp4=”” video_webm=”” video_ogv=”” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” video_preview_image=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” margin_top=”” margin_bottom=”” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=””][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ layout=”1_1″ spacing=”” center_content=”no” link=”” target=”_self” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_image_id=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” hover_type=”none” border_size=”0″ border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”no”][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

Recommended Posts