“M” Ascolta il nuovo singolo dell’alternative rock band Mart

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

“M” è un titolo ermetico, l’inizio di una sensazione, di un desiderio, di un qualcosa che si vuole dire, e che forse con le sole parole non si riesce. Questo il concept racchiuso nel nuovo singolo dei Mart.

Parliamo di una band alternative rock apuana nata in piena pandemia. Il sound è principalmente ispirato al british rock. Evidenti i richiami all’indie britannico più cupo di inizio millennio, dovuto dalla presenza di synth profondi e talvolta malinconici. Ma allo stesso tempo si riconosce anche nel rock alternative odierno, con chitarre graffianti e beat caotici e spinti.

La band racconta “M”

La composizione del brano è avvenuta durante le sessioni di prove. Ogni membro ha cercato di portare all’interno della loro musica il proprio background musicale. Si riscontra un drumming lineare e dinamico. Talvolta arricchito con ritmi tribali, che ammicca a band come Royal Blood, Paramore, Frank Carter & The Rattlesnakes.

I synth si ispirano ai Placebo di Meds con un piccolo accenno ai Depeche Mode. Gli ambient risultano un elemento fondamentale per il loro sound. Poiché, pur essendo un’alternative rock band basata principalmente su una line up standard, permettono di ottenere una maggiore espressività.

Accompagnando così l’ascoltatore in un’atmosfera cupa e seducente. Le linee di basso sono semplici ed efficaci, mentre sulle linee di chitarra si sente l’influenza di artisti come Muse e Kasabian. Per le melodie vocali invece, la cantante ricerca talvolta un suono pulito e incisivo come si sente in “M”.

Mentre per altri brani va alla ricerca di qualcosa di più profondo e viscerale. La vocalità richiama la prima Alanis Morisette, con qualche sfumatura che richiama il mondo dei London Grammar. Pur avendo delineato un loro suono, il quartetto ama sperimentare sia nella ricerca di atmosfera sia nei vari temi proposti.

“M” è anche un videoclip!

“M” è una canzone che convoglia al suo interno perfettamente tutti gli elementi sopra descritti. La canzone ruota attorno al giro di synth iniziale, con gli strumenti che si vanno ad aggiungere gradualmente a sostegno di una melodia vocale delicata ed orecchiabile. Si preannuncia già dalle prime note uno stile incisivo e un crescendo di atmosfera. Tutto culmina in un breakdown, in cui gli strumenti esprimono fin dove le parole non arrivano più.

Successivamente al rilascio del brano in versione digitale, la band ha scelto di farne un videoclip. Semplice, diretto e ben curato, con l’obbiettivo che facesse presa sull’ascoltatore/spettatore. Ma che non ponesse in secondo piano la canzone.  Le riprese del video avvengono in un pomeriggio nella mansarda dove di solito si dedicano per sistemare, registrare e comporre i brani. Volevano fare entrare chi li ascolta nel loro luogo e fargli percepire da vicino la loro musica.

Mart hanno all’attivo due singoli, ascoltabili su tutte le maggiori piattaforme digitali: “Bored” e “M”. Attualmente sono in fase di perfezionamento delle registrazioni di altri brani, che man mano andranno a pubblicare nel corso dell’anno.
Tutti insieme andranno poi a formare il loro primo EP, che prenderà il nome di “Alcova” , come una delle canzoni che lo compongono.

Mart Sono:

Rebecca Gabrielli (cantante).
Michele Bertolini (chitarra).
Alessandro Baroni (basso e synth).
Tommaso Carolini (batteria).

Segui la band attraverso gli spazi ufficiali:

Facebook: https://www.facebook.com/mart.alternative
Instagram: https://www.instagram.com/mart.alternative/

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
By |2022-02-21T09:17:30+00:00Febbraio 21st, 2022|Brand New Rock, Rock News|