Mario Riso con super band Movida feat Rezophonic per Rock Targato Italia

Mario Riso

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” hundred_percent_height=”no” hundred_percent_height_scroll=”no” hundred_percent_height_center_content=”yes” equal_height_columns=”no” menu_anchor=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” status=”published” publish_date=”” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ video_mp4=”” video_webm=”” video_ogv=”” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” video_preview_image=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” margin_top=”” margin_bottom=”” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=””][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ spacing=”” center_content=”no” link=”” target=”_self” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_image_id=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” hover_type=”none” border_size=”0″ border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”no”][fusion_text columns=”” column_min_width=”” column_spacing=”” rule_style=”default” rule_size=”” rule_color=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=””]

Mario Riso, sarà il protagonista di una delle due giornate previste il 29 e 30 Luglio al Legend Club Milano dove si svolgerà un’edizione speciale di Rock Targato Italia. Due giornate colme di incontri e concerti ad ingresso gratuito con il Patrocinio della Regione Lombardia Assessorato Autonomia e Cultura.

Il 29 luglio Mario Riso salirà sul palco con una super band di valore assoluto. Parliamo dei musicisti dei Movida e Rezophonic, praticamente una parte importante della storia del rock indipendente italiano. Una jam session imperdibile da incorniciare!
Sarà dunque una serata magica quella di Rock Targato Italia 2022 per uno spettacolo rock di forza e qualità. Ma anche un segnale di speranza forte e poderoso per tutti coloro che hanno sofferto la pandemia, il tempo sospeso, vietato fare musica, i concerti e, d’ incontrarci.

Un messaggio importante che il Nostro Batterista sintetizza in una ma fortissima e potente frase: Ho voglia di CostruireDetto da uno che nella vita ha donato sé stesso con grande entusiasmo e generosità merita anche un grande rispetto.

Mario Riso/Movida/Rezophonic

Mario Riso (batteria Movida), Gianluca Battaglioni (Chitarra Movida). Giovanni Frigo (chitarra movida) + Amerigo Vitiello (voce dei Rezophonic), Giuseppe Fiori (basso Rezophonic).

Allora ci vediamo il 29 luglio con la voglia di fare e costruire e… tutti su RockerTv.
Per restare fedele alla propria natura, Rock Targato Italia offrirà la possibilità di esibirsi anche ad alcune band emergenti. I gruppi saranno selezionati attraverso un’edizione eccezionale del concorso le cui iscrizioni sono state appena aperte. La partecipazione è assolutamente gratuita. Per sapere come iscriversi e scoprire tutti i premi in palio, è sufficiente consultare il regolamento sulla pagina:

https://www.rocktargatoitalia.eu/regolamento.html
Leggi anche: Rock Targato Italia, edizione speciale al Legend Club Milano

[/fusion_text][fusion_imageframe image_id=”10360|full” max_width=”” style_type=”” blur=”” stylecolor=”” hover_type=”none” bordersize=”” bordercolor=”” borderradius=”” align=”center” lightbox=”no” gallery_id=”” lightbox_image=”” lightbox_image_id=”” alt=”” link=”” linktarget=”_self” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=””]http://www.rockmylife.it/wp-content/uploads/2022/07/mario-riso_03.jpeg[/fusion_imageframe][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

Ska-P, la band spagnola chiuderà la stagione di concerti a Carroponte

Ska

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” hundred_percent_height=”no” hundred_percent_height_scroll=”no” hundred_percent_height_center_content=”yes” equal_height_columns=”no” menu_anchor=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” status=”published” publish_date=”” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ video_mp4=”” video_webm=”” video_ogv=”” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” video_preview_image=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” margin_top=”” margin_bottom=”” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=””][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ spacing=”” center_content=”no” link=”” target=”_self” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_image_id=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” hover_type=”none” border_size=”0″ border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”no”][fusion_text columns=”” column_min_width=”” column_spacing=”” rule_style=”default” rule_size=”” rule_color=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=””]

Il ritorno a Milano della band spagnola Ska-P dopo più di due anni di stop e 3 dalla loro ultima esibizione in città sarà clamoroso!
Si tratta di uno dei gruppi più longevi e importanti che la terra iberica abbia mai prodotto. Attivi da oltre 20 anni sono tra le band più apprezzate in Sud America e in Europa.

Da anni il gruppo di Madrid è tra le formazioni di musica ska più famose e rispettate al mondo. La data del Carroponte sarà l’occasione per rivivere oltre 20 anni di carriera degli Ska-P. Potremo goderci nuovamente dal vivo la loro caratteristica miscela esplosiva di ska, punk, reggae e rock.

La storia della band

Gli Ska-P sono famosi e rispettati per l’impegno sociale e politico di cui sono intrisi. Ricordiamo il tormentone Cannabis (più conosciuto come «Legalización») e altre hit come El vals del obrero, Intifada, Mis Colegas. Fino ai recenti singoli Jaque al rey e l’ultimissimo Estimado John, una fantastica dedica al fondatore dei Beatles, John Lennon.

Una lettera “musicale” con la quale la band spagnola risponde al famoso pezzo Imagine. Un brano che si allontana dal suono sperimentale degli ultimi dischi in studio della band (99% e Game Over). Per tornare infine ad un semplice e catchy ska punk che ricorda le tracce di dischi come Planeta Eskoria o Que Corra la Voz.

A distanza di 5 lustri dal loro esordio si confermano una realtà unica nel panorama mondiale, capaci di attirare ai loro concerti vecchi fans ormai cresciuti e giovani kids. Trasformando il loro concerto in un happening a base di musica, festa e riflessione.

Ad aprire la serata del 25 Settembre ci saranno due special guest d’eccezione. Parliamo della storica UK punk band Peter & the Test Tube Babies e il ritorno delle Bambole di Pezza. Anche loro, storica band combat-punk tutto al femminile!

SKA-P & special guests:

Peter & The Test Tube Babies + Le Bambole di Pezza
Domenica 25 Settembre 2022
Carroponte, Sesto San Giovanni (MI)

Biglietti in vendita su Ticketmaster, Dice e TicketOne.

Prezzo biglietto € 30,00 + d.d.p.
Seguici sui social per restare aggiornato su tutte le novità in tempo reale!

Facebook: https://www.facebook.com/hubmusicfactory/
Instagram: https://www.instagram.com/hubmusicfactory/

[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

Nabat e Klasse Kriminale, la nostra intervista

Nabat e Klasse Kriminale

Dal 16 giugno è disponibile in cinquecento copie numerate a mano “TNT”, sette pollici fuori su Ammonia Records e Tufo Rock Records, collaborazione tra due pilastri dell’ Oi! italiano quali Nabat e Klasse Kriminale.

Sul lato a i Nabat incidono “Lunatici Romantici” dei Klasse Kriminale, mentre i Klasse Kriminale rendono il favore scegliendo “Nabat” dei Nabat. Sul lato b le band duettano riproponendo “Rock’n’Roll Preacher” degli Slade in un infuocato adattamento italiano che ne mantiene il ritornello in lingua originale.

Il comunicato stampa introduce questa uscita raccontando di come il progetto sia nato a seguito della serata suonata assieme il 19 gennaio 2019 al Vecchio Son di Bologna. Mi è capitato recentemente di vedere queste due band condividere il palco, la magia è sempre palpabile, la risposta del pubblico assolutamente calorosa ed entusiasta.

Diventa totalmente comprensibile e doverosa un’ uscita che sancisca questa stupenda amicizia e completa sinergia. Siamo andati a fare una chiacchierata con le due band alla scoperta della loro storia e di questa nuova release.

Ciao ragazzi, grazie mille di aver accettato di dedicarci un po’ del vostro tempo. Vorrei cominciare chiedendovi se potete raccontarci come nasce la vostra amicizia? Dove vi siete conosciuti? Quali sono state le reciproche impressioni?

Marco: ho conosciuto Steno tramite Tiziano Ansaldi, nostro amico in comune, al primo raduno Oi!
nel 1982. In seguito andammo a casa di Steno, dove notai la custodia di un basso, un baracchino
CB e la fascia NAZI PUNKS FUCK OFF regalata con il singolo dei Dead Kennedys, il nostro viaggio era
iniziato.

Nonostante proveniate da due realtà molto diverse come Bologna e Savona, malgrado abbiate cominciato i rispettivi discorsi in due momenti storici vicini ma completamente differenti, come pensate sia possibile che le vostre sensibilità siano così in sintonia?

Steno: in realtà siamo entrambi figli dello stesso periodo, abbiamo in comune la stessa radice.
Come ha detto prima Marco, Tiziano Ansaldi era un grande amico di entrambi, un grande
appassionato di musica ed era poco più grande di noi: i suoi “insegnamenti” hanno formato
entrambi.

Qual’è stato il processo nella scelta dei rispettivi brani da coverizzare? Com’è stato calarsi nei panni musicali l’uno dell’altro? Avete trovato qualche differenza sostanziale rispetto ad incidere una cover di qualcuno con cui non c’è un legame del tipo che vi unisce?

Marco: “NABAT” è un brano a cui sono molto legato e viene da UN ALTRO GIORNO DI GLORIA, che
è il disco che ha definito lo street punk in Italia. Abbiamo testato la cover dal vivo in una data in cui
suonavamo insieme e abbiamo chiamato Steno sul palco a cantare con noi, la cosa ha funzionato e
quindi abbiamo deciso di registrarla. I Nabat sono una band dal suono incredibilmente solido e
“quadrato” e noi abbiamo fatto la nostra versione.

Steno: “LUNATICI ROMANTICI” ci è stata suggerita da Felice, nostro amico in comune. Il brano è
atipico se pensiamo alla musica dei Klasse Kriminale, ci esaltava il ritornello e la struttura del
brano. Il fatto che fosse un pezzo che già conoscevamo bene ha reso tutto più semplice.

Potete spiegare, ai meno avvezzi all’ambiente skinhead, la ragione di duettare il brano di una band come gli Slade che nell’ immaginario collettivo spesso resta legata ad un contesto esclusivamente glam rock?

Steno: gli Slade sono uno dei gruppi che noi consideriamo “proto-Oi!”. Anche loro agli inizi erano
skinhead e hanno sempre avuto un seguito molto importante tra i ragazzi per questo ci è
sembrato normale fare un tributo a questa band che noi stimiamo molto.

Entrambe le band affondano le proprie radici in un sound totalizzante che, spessissimo, non si limita a determinare un mero sottofondo musicale alla propria quotidianità, ma si impone dettando lo stile di vita di chi abbraccia la scelta di suonare Oi! Cosa ha significato per voi questa scelta? Come avete incontrato questa musica?

Steno: proprio con gruppi come gli Slade, Sweet, Angelic Upstarts e Sham 69 abbiamo capito ciò
che volevamo fare. Personalmente sono molto legato agli Sham e al loro brano IF THE KIDS ARE
UNITED che ha tracciato il solco per molti di noi.

Marco: Si! gli Sham 69 sono l’essenza di tutto questo. Noi eravamo li quando questa musica stava
passando, ci ha come investito, ci ha dato energia, ha incanalato la nostra rabbia, ci ha fatto
crescere, ci ha dato speranza, ci ha dato una via, ci ha fatto incontrare.

Rispetto a quando avete cominciato i vostri percorsi, cosa pensate sia cambiato e cosa sia rimasto uguale nei giovani che si avvicinano al mondo skin?

Steno e Marco: come allora, anche adesso chi si avvicina a questo mondo lo fa per un senso di
appartenenza, o semplicemente perché non si ritrova nella musica mainstream di oggi.
Generalmente sono ragazzi molto bene informati che conoscono la storia di questa sottocultura.
Sicuramente noi non avevamo la disponibilità di informazioni dei ragazzi di oggi e quindi era un
tutto un po’ più misterioso e quindi affascinante.

Entrambi siete sempre stati attivissimi non solo musicalmente, ma anche come promotori dei più svariati progetti: fanzine, etichette, associazioni, spazi di aggregazione, recupero e riscoperta di “voci” spesso ignorate dalla maggior parte delle persone. Ad oggi qual’è il vostro punto di vista nei confronti della partecipazione verso questo tipo di discorso? Riscontrate ancora un forte entusiasmo nei confronti di certi temi? Trovate che ci sia un ricambio generazionale?

Steno: da tanti anni gestisco un centro musicale underground, il Vecchio Son, che ha al suo interno
diverse attività fra cui la scuola di musica dedicata al nostro caro amico Angelo Conti, il chitarrista
della Banda Bassotti che è venuto a mancare di recente. La scuola di musica, in cui insegnano
anche Marco chitarrista dei Nabat e JJ batterista dei Klasse Kriminale, raccoglie allievi di tutte le
età: è già da qualche anno che siamo testimoni di un ricambio generazionale importante.

Marco: anche se il Punk e certe cose hanno perso il suo valore dirompente qualcosa mantiene
sempre i ragazzi in movimento, sono stato molto colpito a Genova dall’Adescite Fest! e
dall’iniziativa “Oi! Fatti Un Ambulanza”.

Vi lascio con un ringraziamento personale per tutti questi anni di impegno costante al fine di mantenere vivi spazi e realtà di cui tutti possiamo ancora usufruire, supporti sui quali possiamo documentarci, uno spirito e una coscienza che apre gli occhi ancora a tanti ogni giorno. Vi chiedo se avete voglia di concludere condividendo con noi un ricordo, chi era per voi Tiziano Ansaldi e perché tenerne viva la memoria è tanto importante per chi ha scelto la musica come mezzo d’espressione nel nostro paese?

Steno: con Tiziano Ansaldi sono stati anni fantastici e sono tanti i ricordi legati a lui… Non potrò
mai dimenticare la sua espressione soddisfatta dopo il concerto dei Black Flag a Milano nel 1983.

Grazie mille ragazzi ci vediamo sotto al palco, nel frattempo continuate a seguire Klasse Kriminale e Nabat qui:

Klasse Kriminale
Spotify: https://open.spotify.com/artist/4vHvTif4JA3AQLVEQCuuDa
Instagram: https://www.instagram.com/klassekriminale/?hl=it
Facebook: https://www.facebook.com/klassekriminale
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCYZOuHF2nr2zipP_PxcRPhg

Nabat
Spotify: https://open.spotify.com/artist/59NH01I3A4TT7L8D1wtdK8
Facebook: https://www.facebook.com/NABAT.Official/
Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCNSdbfjGIonRwpOul5vyjgg
Website: https://nabat.it

Break Me Down, guarda ora il nuovo video Lose Your Mind

Break Me Down

Break Me Down dopo l’uscita di See Me Fall con alla voce Veronica Driven, presentano Lose Your Mind. Si tratta della nuova traccia della band dal ritmo incalzante, chitarre grosse e voce accattivante.

I numeri del brano See Me Fall sono, per una band indipendente, degni di nota: oltre 60K ascolti su Spotify e più di 40K visualizzazioni su YouTube senza contare la crescita costante di nuovi followers su ogni piattaforma social.

Veronica, frontwoman della band, racconta:

“Tutti siamo cresciuti con il lieto fine: il principe che salva la principessa dalla strega cattiva o dalla regina malvagia. Ci sono tante bellissime fiabe e svariati cartoni animati e film meravigliosi. Ma quei racconti non sono veritieri! Sappiamo molto bene che la vita reale non è una fiaba e raramente si assiste a un lieto fine. In poche parole: nella realtà i cattivi vincono. Da questa riflessione è partito tutto il processo di scrittura delle nuove canzoni dei Break Me Down.

Volevamo dare voce ai cattivi delle fiabe e raccontare la loro storia, i loro sentimenti. Non è vero che siamo solo buoni o solo cattivi. Dipende dalle situazioni che viviamo e che siamo costretti ad affrontare. Perché nella vita reale, quando subiamo un torto, ognuno di noi può diventare cattivo e provare il desiderio di fare del male, di vendicarsi. In queste canzoni, la nostra parte cattiva vince”.

Tommy, bassista del gruppo, riguardo al concept:

“Quando ci siamo trovati per scrivere i testi e ragionare sui contenuti dei brani, ci siamo chiesti: quante volte nella vita reale abbiamo affrontato situazioni del genere dove ognuno fa i propri interessi incurante del danno che può provocare agli altri?
E’ proprio questa domanda che ha influenzato la scrittura di questa canzone. Le fiabe non si discostano totalmente dalla vita reale, ma ne prendono ispirazione. Noi abbiamo fatto il processo inverso. Abbiamo dato una conclusione “reale” a quello che nella fantasia vogliamo che finisca bene”.

Fabio, batterista, dei Break Me Down aggiunge:

nel cuore della Regina infatti albergano odio e risentimento, sensazioni che abbiamo provato tutti almeno una volta nella vita. I suoi però si riversano contro Alice che, non comprendendola fino in fondo, scatena in lei solitudine e abbandono. E’ quello che succede a una persona normale. Iracebeth reagisce ma nel suo caso, essendo una sovrana, da sfogo a tutta la sua follia”.

Ecco a voi Lose Your Mind… lasciatevi incantare dalla Regina Rossa!

Iracebeth è una regina capricciosa, sadica, iraconda , egocentrica e folle. Tuttavia lei porta un velo rosso che le copre quasi tutto il corpo, per nascondersi dal giudizio degli altri. Durante l’infanzia veniva presa in giro dagli altri bambini per il suo aspetto goffo e buffo. Nonostante le sue fattezze siano cambiate con gli anni, preferisce ancora coprire il suo corpo ed il suo viso.

Dimostra la sua follia con movenze magnetiche, sinuose e mortali. Durante la danza lei condanna le sue vittime entrando nella loro mente. Possedendole e marchiandole con il suo colore preferito: il rosso sangue.  Non tollera nulla che sia di colore bianco e che rappresenti la purezza. Alice rappresenta tutto ciò che lei odia, il candore, l’innocenza, la purezza e la bellezza. Non accetta la sua presenza nel suo regno e con un walzer letale, Alice, cade vittima di Iracebeth. I Break Me Down sono molto attivi sui social media, seguendoli rimarrete sempre aggiornati su tutte le novità che li riguardano.

Break Me Down online:

FACEBOOK: https://www.facebook.com/BreakMeDownIT
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/breakmedownit/
TWITTER: https://twitter.com/BreakMeDownIT
YOUTUBE: https://www.youtube.com/c/BreakMeDownIT

Striker, data unica in Italia venerdì 22 luglio, San Paolo d’Argon

Striker

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” hundred_percent_height=”no” hundred_percent_height_scroll=”no” hundred_percent_height_center_content=”yes” equal_height_columns=”no” menu_anchor=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” status=”published” publish_date=”” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ video_mp4=”” video_webm=”” video_ogv=”” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” video_preview_image=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” margin_top=”” margin_bottom=”” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=””][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ spacing=”” center_content=”no” link=”” target=”_self” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_image_id=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” hover_type=”none” border_size=”0″ border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”no”][fusion_text columns=”” column_min_width=”” column_spacing=”” rule_style=”default” rule_size=”” rule_color=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=””]

Gli Striker, heavy metal band canadese, saranno dal vivo per un unico concerto nel nostro Paese. L’evento si svolgerà il prossimo venerdì 22 luglio a San Paolo d’Argon (BG) per il Festival Birra ‘N Banda ad ingresso gratuito.

Attivi dal 2007 uniscono heavy metal classico, hard rock e hair metal degli anni ’80 e sfornano inni heavy metal da ormai 15 anni. Voci potenti e pulite, ritornelli orecchiabili, armonie vocali e soli di chitarra impressionanti. La band è cresciuta immensamente nel corso degli anni, è stata più volte in tournée in Europa e Nord America. Vanta inoltre apparizioni a festival come 70.000 Tons of Metal, Bang Your Head (Germania). E altri ancora con quasi 1000 spettacoli eseguiti nella propria carriera ultradecennale.

Riconoscimenti e premi

Il gruppo ha ricevuto diversi riconoscimenti tra cui il miglior album nel loro paese d’origine, il Canada. Ed anche JUNO Awards, Western Canadian Music Awards e Edmonton Music Awards. Sin dal proprio inizio la formazione ha pubblicato sei album in studio. “Eyes in the Night” (2010, Iron Kodex), “Armed to The Teeth” (2012, Napalm), “City of Gold” (2014, Napalm). “Stand in the Fire” (2016, Record Breaking), “Striker” (2017, Record Breaking) e “Play to Win” (2018, Record Breaking).

Guarda gli official video degli Striker

“Deathwish” (Official Video) https://youtu.be/98V8CchlEVM
“Strange Love” (Official Video) https://youtu.be/sBsmtgukhHw

Segui la band attraverso i social:

Web
Facebook

[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]