Rock My

Rock My Life oggi vi racconta più da vicino una band di cui abbiamo sentito molto parlare. Si tratta dei dissacranti Hornytoorinchos che da poco hanno rilasciato il loro nuovo lavoro dal titolo “Non aspettatevi Granchè” – Trovate la nostra recensione QUI –  Abbiamo rivolto alla band qualche domanda per avvicinarci un pò di più al loro folle pazzo mondo!

Ciao ragazzi!! non vedevamo l’ora di conoscervi meglio. Nelle nostre cuffie gira il vostroultimo disco “Non aspettatevi granchè”. Questo lavoro è stato anticipato da alcuni singoli che abbiamo potuto apprezzare nei mesi scorsi. Raccontate ai nostri lettori la trama di questo album.

Ciao bellissimi, è un piacere essere qua e condividere con voi la nostra demenza. Il disco nonha una trama, è un album patafisco che propone soluzioni assurde per problemi che non esistono. Se proprio vogliamo impegnarci a trovare un filo conduttore, direi che ci piace molto parlare della realtà in cui viviamo, ci piace trattare con ironia argomenti anche seri, prendere in giro mode e morali che ormai hanno conquistato il mondo.

Vi definite una “dissacrante party band” perciò immagino sia implicito il concetto di divertimento, festa e soprattutto leggerezza. Possiamo dire che anche i vostri live sono un grande party pieno di colpi di scena?

Beh, sicuramente. I Live sono il nostro vero punto di forza, perché non è il classico concerto di una band che suona, ma è un tripudio di maschere, travestimenti, colori, demenza, c’è del cabaret, da un momento all’altro può comparire una mistress che calpesta i musicisti o una danzatrice di burlesque vestita da suora che si spoglia. Insomma, nei concerti degli Horny non c’è mai niente di scontato e prevedibile.

In una vostra dichiarazione ho letto che questi brani sono il coronamento di anni di fatica, di centinaia di concerti e prove all’insegna della demenza pura. Ma… “Non aspettatevi granchè”! Eppure considerando le premesse le aspettative dovrebbero essere altissime. Come mai questo titolo?

Semplicemente perché non ci siamo impegnati per trovarne uno bello. E comunque se ti aspetti tanto puoi rimanere deluso, se invece non ti aspetti niente può solo andarti meglio. Voglio dire, se io guardo un cinepanettone, so già cosa aspettarmi, per cui non potrò mai lamentarmi del fatto che il film sia brutto. Nella rara ipotesi in cui non lo sia, finirei perfino per essere soddisfatto. Il principio è lo stesso, voi per sicurezza non aspettatevi granché, poi se vi piace tanto meglio.

Lo stile musicale che troviamo nel disco è esso stesso una festa colorata e un po’ alcolica. Troviamo infatti lo ska il reggae, ma anche qualche sfumatura di dance e un bel po’ di rock’n’roll. Insomma non ci si annoia mai. Quanto vi somiglia questo album?

Tantissimo. Suonare e comporre musica negli Horny è divertente anche perché non ci sono regole possiamo essere coerenti pur cambiando continuamente genere, nessun vincolo e nessuna gabbia. I membri della band arrivano da mondi musicali completamente diversi dal metal, al blues, dal pop, al cantautorato più classico. Siamo come un kebab completo con cipolle, salsa yogurt e piccante.

Passiamo adesso alla domanda cattiva. E’ chiaro che il vostro stile affonda le radici nella grande scuola del rock demenziale. Detta così sembrerebbe quasi che sia più facile, perché trattare temi profondi ed impegnati richiede uno sforzo intellettuale particolare. Prendersi un po’ in giro invece viene facile…. In realtà è assolutamente un falso mito. Cosa avete da dichiarare a questo proposito?

Beh, la pensiamo allo stesso modo. Come ho detto prima, le nostre canzoni trattano anche argomenti seri, ma sempre con ironia. È un arte antica, i giullari spesso facevano critiche sociali utilizzando canzoni e pezzi comici. Non è semplice essere ironici o sarcastici soprattutto in quest’epoca di estremismo politically correct. Ci piace viaggiare sul filo del rasoio, consapevoli che la nostra ironia potrebbe non essere colta.

A febbraio 2021, sulla piattaforma di livestreamingTwitch, aprite il canale “HornyTooRinchosCiannel” dal quale, ogni lunedì, i vostri followers possono assistere al “MondeiLaivSciò”, programma comico dedicato alla musica demenziale italiana. Un successo pazzesco! Avete anche avuto ospiti illustri di questo settore. Ve l’aspettavate?

In realtà no, è nata quasi per gioco, eravamo disperati, in crisi d’astinenza da concerti e prove. Ci siamo ritrovati in un attimo a non poter più fare qualcosa che per noi è essenziale per sentirci vivi. Abbiamo creato un comedy show dedicato alla musica demenziale e con grande sorpresa quasi tutti gli invitati hanno accettato l’invito. Marco Carena e Powerillusi, entrambi vincitori del festival di Sanscemo negli anni 90, gruppi importanti per la scena indipendente Italiana come Duo Bucolico e Atroci.

Leggende come Sbarbo Cavedoni, storico fondatore degli Skiantos e comici che da lì a poco hanno avuto grande successo come Max Angionii o Chibo insieme a moltissimi altri artisti. Per fortuna o purtroppo a fine lockdown siamo ripartiti con prove e concerti e abbiamo interrotto le trasmissioni per mancanza di tempo. Era molto impegnativo preparare scatch comici, interviste, organizzare scalette e giochi da fare col pubblico. Maaaa stiamo preparando qualcosa di nuovo e presto ci saremo aggiornamenti…

In conclusione e per ringraziarvi della vostra colorata presenza sulle nostre pagine, ho un’ultima domanda per voi. Dato che siamo quasi in periodo Sanremo, come vedreste la vostra presenza sul palco dell’Ariston?

Sarebbe fantastico , un sogno, soprattutto pensare ad un povero orchestrale che dopo anni e anni di studio in conservatorio si ritrova ad accompagnare gli HornyTooRinchos. Se pensiamo alle performance Sanremesi di Pippo Franco o Francesco Salvi, poi negli anni a venire con Marco Carena, Elio, Pittura Freska, Lo stato sociale e molti altri, insomma una quota divertente/stramba ogni tanto viene presentata al Festival. Quindi ci appelliamo alla clemenza di Amadeus. Oltre al Festival di Sanremo, un altro sogno sarebbe quello di vincere il festival di Sanscemo che però da diversi anni non viene più proposto, chissà mai che in futuro non ritorni anche quello.
Grazie a voi per l’ospitalitá…

La band vi aspetta online attraverso questi spazi:

Instagram: https://www.instagram.com/hornytoorinchos/
Facebook: https://www.facebook.com/hornytoorinchos
Spotify: https://open.spotify.com/artist/2h0AkbCD6SQiLeDFCjbpy0

Recommended Posts