Jack Sonni, ex chitarrista dei Dire Straits in Italia per un’unica data al Legend Club Milano

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” hundred_percent_height=”no” hundred_percent_height_scroll=”no” hundred_percent_height_center_content=”yes” equal_height_columns=”no” menu_anchor=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” status=”published” publish_date=”” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ video_mp4=”” video_webm=”” video_ogv=”” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” video_preview_image=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” margin_top=”” margin_bottom=”” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=””][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ spacing=”” center_content=”no” link=”” target=”_self” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_image_id=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” hover_type=”none” border_size=”0″ border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”no”][fusion_text columns=”” column_min_width=”” column_spacing=”” rule_style=”default” rule_size=”” rule_color=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=””]

Jack Sonni, ex chitarrista dei Dire Straits, che ha partecipato al ciclo dell’album campione d’incassi “Brothers In Arms” della storica band Inglese, sarà in Italia il 17 Settembre 2019, presso il Legend Club Milano.

L’artista presenterà il suo nuovo progetto solista JACK SONNI & THE LEISURE CLASS OF ROCK’N’ROLL.

Jack porterà il suo amore e passione per la Musica nei club di tutto il mondo, sarà una serata all’insegna del Rock’n’Roll, Deep Blues e Funky. Un viaggio musicale dal delta del Mississippi a Chicago, da Memphis a Nashville, da New York a Londra.

Jack Sonni sarà affiancato da alcuni dei migliori musicisti Italiani come Andrea Cervetto. Lo splendido protagonista della The Jimi Hendrix Revolution che tornerà a Milano il 15 Gennaio 2020 al Teatro Nuovo nell’ambito della rassegna “I miti del Rock”.

Alex Polifrone batterista, anch’esso membro della The Jimi Hendrix Revolution e di Enrico Ruggeri.

Paolo Polifrone al basso, il quale vanta collaborazioni con nomi grossi della musica italiana come Loredana Bertè, Dolcenera.

Ultimo, dulcis in fundo Giuliano Lecis alle tastiere, il quale ha lavorato con artisti del calibro di Paolo Vallesi, Marco Ferradini e Neja.

I biglietti andranno sono già disponibili sul circuito TicketOne.

I primi 100 potranno incontrare Jack Sonni e la band dopo il concerto in un meet & greet dedicato.

Prevendita -> https://bit.ly/2kthskF
Evento Facebook –> https://bit.ly/2khmaCg

[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

Dire Straits Legacy live all’Obihall di Firenze

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” equal_height_columns=”no” menu_anchor=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ video_mp4=”” video_webm=”” video_ogv=”” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” overlay_color=”” overlay_opacity=”0.5″ video_preview_image=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” margin_top=”” margin_bottom=”” padding_top=”20px” padding_right=”” padding_bottom=”20px” padding_left=””][fusion_builder_row][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container][fusion_builder_container hundred_percent=”no” equal_height_columns=”no” menu_anchor=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ video_mp4=”” video_webm=”” video_ogv=”” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” overlay_color=”” overlay_opacity=”0.5″ video_preview_image=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” margin_top=”” margin_bottom=”” padding_top=”20px” padding_right=”” padding_bottom=”20px” padding_left=””][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ layout=”1_1″ spacing=”” center_content=”no” hover_type=”none” link=”” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” border_size=”0″ border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” padding=”” dimension_margin=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”no”][fusion_text]

I Dire Straits Legacy….questi sconosciuti! Quante ne ho sentite dire a riguardo! Gente che si chiede “Si ma chi ci suona?”, oppure “Senza Mark Knopfler non ha senso!”, o addirittura chi crede che si tratti di una tribute band!

I DSL non sono altro che una formazione di virtuosi esponenti della musica internazionale, nata dall’amore e dalla passione per il gruppo “originario”.

Il gruppo è nato nel 2013 da due artisti italiani, romani per la precisione: Marco Caviglia e Primiano Di Biase. Rispettivamente voce/chitarra e tastiere. Entrambi facevano parte di progetti legati ai Dire Straits. Hanno poi incontrato Phil Palmer, che con la sua chitarra ha accompagnato artisti del calibro di Bob Dylan, Pino Daniele e Lucio Battisti prima di unirsi a Knopfler e compagni, e tre anni dopo sono stati raggiunti da Alan Clark, tastierista storico dei Dire. E così è nato il progetto Dire Straits Legends, diventato poi Dire Straits Legacy.

Sul palco troviamo poi Mel Collins al sassofono, attualmente in tour anche con i suoi King Crimson; Danny Cummings alle percussioni, anche lui militante nei Dire all’epoca di “On Every Street” e collaboratore di Tina Turner, George Michael, Bryan Adams, e Mark Knopfler stesso; Steve Ferrone, batterista di Eric Clapton, Duran Duran, Paul Simon, Tom Petty e David Bowie; Trevor Horn produttore musicale e bassista, ma precedentemente con i The Buggles, gli Yes e i Frankie Goes to Hollywood.

Il gruppo ha prodotto un disco un anno fa “3 Chord Trick”, da cui sono prese alcune delle canzoni del live, ma non sono certo mancati classici del repertorio dei Dire Straits come “Money for Nothing”, “So Far Away”, “Sultans of Swing”, “Walk of Life”, “Brothers in arms”.

Due le sorprese sul palco: il momento in cui Trevor ha ripreso possesso del microfono cantando la sua “Owner of a lonely heart” (Yes) e soprattutto la presenza, per tutto il live, di Jack Sonni, storico chitarrista dei Dire Straits, che si è unito al gruppo per l’occasione.

Ma la vera sorpresa è stata la magia che questi grandi artisti hanno saputo infondere nelle loro note. Il seducente sound degli originali Dire Straits non si è fatto desiderare. Quasi al punto che a volte, chiudendo gli occhi, sembrava di essere alla presenza di Mark e dei Dire originari. No, la mancanza di Knopfler non si è sentita. E’ stato un tuffo nel passato che non ha fatto rimpiangere niente, ma anzi, ha permesso di apprezzare le straordinarie capacità e tutta la passione che questi straordinari musicisti mettono nel loro progetto.

E ovviamente a fine serata abbiamo lasciato tutti le nostre comode poltrone per andare a cantare con loro sotto il palco, sulle note delle ultime canzoni!

[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

Dire Straits – Money for Nothing -1985

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” equal_height_columns=”no” menu_anchor=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” parallax_speed=”0.3″ video_mp4=”” video_webm=”” video_ogv=”” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” overlay_color=”” overlay_opacity=”0.5″ video_preview_image=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” padding_top=”” padding_bottom=”” padding_left=”” padding_right=””][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ layout=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” center_content=”no” last=”no” min_height=”” hover_type=”none” link=””][fusion_text]

“Money for Nothing” dei Dire Straits è sicuramente uno dei riff piu conosciuti della storia del Rock.

Fa parte dell’album “Brothers in Arms” che ha venduto oltre 35 milioni di copie in tutto il mondo ed è al 351º posto della Lista dei 500 migliori album secondo Rolling Stone.

Il singolo ha raggiunto la prima posizione nella Billboard Hot 100 per tre settimane ed in Canada, la seconda in Polonia, la quarta in Nuova Zelanda, Australia e Regno Unito, la sesta in Irlanda e la settima in Austria.

Il videoclip inizia in stile cartone animato con una TV che trasmette la sigla di MTV I want my MTV e subito dopo si vede un uomo che si siede su una poltrona a guardare la TV: è qui, da dentro la TV, che incomincia il video con il batterista e, poco prima del riff iniziale, lo spettatore viene risucchiato in TV. A questo punto vi è un ingrandimento sulla chitarra e su Mark Knopfler col suo fingerpicking che suona il motivo iniziale e da una di queste immagini verrà tratta la copertina dell’omonimo album e vari ingrandimenti su chitarre, tastiere, batteria, fino a che si arriva in un magazzino con due facchini che cantano e intanto sugli schermi del magazzino si vede la band suonare e circa a metà canzone essere a provare per un concerto, ma la canzone continua sempre fino a che i facchini cantano ma sembra che vogliano intraprendere un discorso e mentre parla uno dei facchini si congela e l’altro lo mette nel microonde in una pentola e la pentola girando nelle pareti farà vedere la band suonare. A questo punto incomincia a cantare Knopfler e l’uomo viene espulso dalla TV e rimandato sulla poltrona a guardare il video dei Dire Straits e viene l’altro facchino che si mette davanti alla TV impedendo all’altro di guardare. La telecamera cambia angolazione e punta su un cane della stanza che si addormenta.

Nel gennaio 2011 l’authority per le trasmissioni radiotelevisive canadese ne ha vietata la trasmissione radio poiché contiene nel testo la parola “faggot”, termine poco gentile per definire un omosessuale. Questo fatto ha suscitato anche molte perplessità tra i fans i quali hanno ritenuto eccessiva questa cosa soprattutto dopo ben 25 anni dall’uscita del singolo. Il 1º settembre 2011 il divieto è stato ritirato, e le radio hanno ricominciato a suonare il pezzo

[/fusion_text][fusion_youtube id=”https://youtu.be/wTP2RUD_cL0″ width=”1280″ height=”720″ autoplay=”false” api_params=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” /][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]