Appuntamento con Dregen ai microfoni di LineaRock

Dregen

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” hundred_percent_height=”no” hundred_percent_height_scroll=”no” hundred_percent_height_center_content=”yes” equal_height_columns=”no” menu_anchor=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” status=”published” publish_date=”” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ video_mp4=”” video_webm=”” video_ogv=”” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” video_preview_image=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” margin_top=”” margin_bottom=”” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=””][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ layout=”1_1″ spacing=”” center_content=”no” link=”” target=”_self” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_image_id=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” hover_type=”none” border_size=”0″ border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” margin_top=”” margin_bottom=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”no”][fusion_text columns=”” column_min_width=”” column_spacing=”” rule_style=”default” rule_size=”” rule_color=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=””]

Il guitarman Dregen dei Backyard Babies e The Hellacopters si racconterà in un’intervista dai microfoni di LineaRock.
Martedì sera 19 Maggio, l’artista sarà ospite ai microfoni di Barbara Caserta direttamente dalla Svezia intorno alle ore 21 per una speciale diretta.

Dregen racconterà via Skype i suoi prossimi progetti, inclusa la sua nuova birra artigianale Riff  in arrivo sul mercato mondiale a breve. Vi invitiamo dunque ad essere tutti sintonizzati, e come sempre puntuali!

Dregen, pseudonimo di Andreas Tyrone Svensson è divenuto famoso per essere uno dei membri fondatori dei Backyard Babies nel 1987. Successivamente nel 1994 è anche uno dei membri fondatori della band The Hellacopters insieme all’allora batterista degli Entombed, Nicke Andersson.

Nel 1996 decidere però di lasciare la band fondata appena due anni prima, dopo aver pubblicato con essa due album per concentrarsi pienamente sul progetto Backyard Babies. Dregen fa parte inoltre sempre come chitarra solista nel supergruppo Supershit 666 insieme a due altri pezzi da 90: Ginger (The Wildhearts) alla voce e chitarra e Nicke Andersson (Hellacopters) alla batteria.

Mentre al basso di quella formazione ricordiamo il noto produttore svedese Thomas Skogsberg.
L’unico album della band, prodotto dalla Inferno Records, è un EP contenente 6 tracce pubblicato nel 1999. I Supershit 666 non si sono mai esibiti dal vivo ed il disco è stato suonato e registrato in brevissimo tempo.

Sia Ginger che Dregen però più volte ricordano in qualche intervista, che vorrebbero registrare nuovo materiale. Magari partire anche in tour con i Supershit666, ma i loro continui impegni musicali e discografici non hanno ancora permesso la realizzazione di questo loro sogno.

La lunga carriera di Dregen:

L’artista suona inoltre più volte dal vivo con il cantautore svedese Lars Winnerbäck, con il quale ha inciso anche una cover dei Rolling Stones. si tratta di “Dead Flowers”, per un album tributo alla nota band inglese. Altro grande progetto è il live album registrato insieme a Tyla frontman dei Dogs D’Amour, intitolato “The Poet and the Dragon”. Tra il 2004 e il 2007 suona contemporaneamente in altre band quali Midlife Crisis e Snowracer.

E’ il luglio del 2011 quando Dregen entra ufficialmente a far parte del progetto solista di Michael Monroe (ex Hanoi Rocks).
Con i Michael Monroe si esibisce in svariati tour in Scandinavia e Gran Bretagna, partecipando attivamente alla composizione del disco Horns And Halos.

Ma nell’aria c’è già l’idea del suo progetto solista che vede la luce ad agosto 2013. Il disco omonimo è distribuito dalla Universal Records. Anticipa così un tour che coinvolge tutta Europa, affiancato dall’ultimo progetto di Nicke Andersson con i suoi Imperial State Electric.
Dopo anni di silenzio discografico in cui tutti i membri dei Backyard Babies hanno seguito progetti paralleli dedicandosi alla loro vita privata, il chitarrista torna sulle scene con th1rt3en or nothing.

L’album segna il grande ritorno della formazione svedese seguito da una serie di concerti in Europa, Argentina, Giappone, fino ad arrivare al loro ultimo lavoro Sliver and Gold del 2019.  L’appuntamento con il guitarman Dregen è domani sera su LineaRock:

Puoi leggere anche questo articolo su Dregen

Link Utili:

https://www.facebook.com/linearock/
Web: https://www.radiolombardia.it/programmi/linearock/

FM | Streaming | App | radiolombardia.it | SMS e WhatsApp 339 2663825 | Canale TV DTT 626

[/fusion_text][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

Dregen, guitarman dei Backyard babies, si consacra idolo assoluto

[fusion_builder_container hundred_percent=”no” equal_height_columns=”no” menu_anchor=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”center center” background_repeat=”no-repeat” fade=”no” background_parallax=”none” enable_mobile=”no” parallax_speed=”0.3″ video_mp4=”” video_webm=”” video_ogv=”” video_url=”” video_aspect_ratio=”16:9″ video_loop=”yes” video_mute=”yes” overlay_color=”” overlay_opacity=”0.5″ video_preview_image=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” margin_top=”” margin_bottom=”” padding_top=”20px” padding_right=”” padding_bottom=”20px” padding_left=””][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ layout=”1_1″ spacing=”” center_content=”no” hover_type=”none” link=”” min_height=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” id=”” background_color=”” background_image=”” background_position=”left top” background_repeat=”no-repeat” border_size=”0″ border_color=”” border_style=”solid” border_position=”all” padding=”” dimension_margin=”” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_speed=”0.3″ animation_offset=”” last=”no”][fusion_text]

Non è semplice come sembra parlare di questo grande artista; Andreas Tyron Svensson, per tutti Dregen. È uno degli artisti più singolari ed eclettici che abbia scoperto negli ultimi anni, sia fuori che sopra il palco. Descrivere il suo genio creativo e la sua musica nelle sue numerose sfaccettature, significa passare in rassegna tutte le più importanti tappe dell’ hard rock nord europeo. Originario di Nassjo, una piccola cittadina della Svezia in cui ha vissuto per molti anni prima di tentare la fortuna nella vicina Stoccolma, Dregen può definirsi a pieno titolo uno dei maggiori esponenti della scena “Hard ‘n’ roll” nordica, personaggio poliedrico e straordinario che in oltre venticinque anni di carriera è stato cofondatore di band storiche come i Backyard babies ed Hellacopters, collaborando contemporaneamente anche con artisti del calibro di Michael Monroe,Tyla, Nicke Anderson… un ego iperattivo e vulcanico che non poteva prima o poi non esprimere tutta la sua personalità in un progetto solista, voce e chitarra. Nel 2013 esce l’omonimo solo album “Dregen” annoverato trai migliori album glam di quell’anno, particolarmente importante per il nostro artista anche per la nascita del suo primogenito Sixten Riff Sinatra avuto dalla bellissima cantante svedese Pernilla Andersson. Dregen è così entusiasta che una traccia dell’album ha nel titolo un gioco di parole intorno al nome del figlio. Il brano è “6.10” di cui esce successivamente una versione incisa con Danko Jones. Il suo successo artistico e personale consiste proprio in alcune caratteristiche semplici ma fondamentali: grandissima freschezza di songwriting, vivace ed ampia gamma di stili ed un’incredibile varietà di influenze artistiche che spaziano dal blues più torrido al rock duro ed oltraggioso, dalle linee più melodiche alle ritmiche quasi rockabilly. La sua chitarra così ruvida ed incisiva non risulta mai noiosa, non si sofferma mai eccessivamente su inutili virtuosismi risultando comunque ricca di particolari che rapiscono l’attenzione del pubblico, Dregen è in grado di soddisfare i propri fans con assoli che prendono vita al tocco delle sue dita sottolineando l’onda emotiva ed energica di ogni brano. Non delude mai neanche quando si misura vocalmente con brani come “FlatTyre one a Muddy road” in cui le influenze blues ispirate alla musica “nera” ben si confanno al suo timbro di voce, così caldo e profondo da far vibrare tutte le borchie nascoste nella parte più intima di noi stessi, un brano scritto in pochissimi giorni, in un momento particolarmente doloroso della sua vita in cui nel giro di pochissimi mesi aveva perso uno dei suoi migliori amici, come lui stesso ha raccontato, il brano forse più cupo ed introspettivo della sua carriera ma sicuramente il più bello.

Il 2016 invece un progetto itinerante vede il nostro eclettico e creativo guitarman alla prese con un gruppo di bikers; un tour on the road per i boschi della Svezia, toccando paesi e città immerse nelle natura con tende, sacchi a pelo, chitarre, percussioni, bassi e ampli portati nei sidecar per centinaia di chilometri. La meta? Decisa di volta in volta. Jam session improvvisate o no, hanno portato in giro per due lunghi mesi tutta l’arte di questo spirito così libero ed originale che non ha mai mancato l’appuntamento con i suoi fans che lo attendevano sui social, postando e documentanto con scatti sempre dettagliati e numerosi tutte le tappe di questo incredibile tour. Un esperimento destinato a ripetersi, come ammette lo stesso Dregen che rimane sempre una persona solare, positiva che non evita mai il contatto con i fans sia mediaticamente che durante i live. Il suo carattere così carismatico lo porta ad essere sempre l’anima di ogni band con cui collabora, diventanto il punto fermo (si fa per dire) attorno al quale ruotano tutti gli altri membri. La sua indole lo porta a creare un feeling con il pubblico, attirandolo magneticamente sul palco, le sue performance sono dei veri e propri spettacoli, domina la scena, si tuffa sulla platea, diventa un tutt’uno con la sua chitarra, perchè lui è Dregen, occhi azzurri, irrinunciabile gilet di pelle nera e l’inseparabile collana con due anelli ed una stella. Un grande artista ed una grande persona, se ancora non lo conoscete vi basterà assistere ad uno dei suoi live per rimanerne stregati.

[/fusion_text][fusion_youtube id=”https://www.youtube.com/watch?v=wGp-BZd3or4″ width=”1280″ height=”720″ autoplay=”false” api_params=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” class=”” /][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]